Log in
16-Dec-2017 Aggiornato alle 21:41 +0100

Sant'Antimo. La camorra non uccide solo con le pistole, va condannata in ogni sua forma

  • Scritto da Nota stampa, Consiglieri Centrodestra
  • Pubblicato in News
  • 0 commenti
Sant'Antimo. La camorra non uccide solo con le pistole, va condannata in ogni sua forma Foto: Archivio

I Consiglieri del centro destra stigmatizzano il comunicato del Sindaco e chiedono che sia celebrato un cosiglio comunale all'aperto contro la camorra.

SANT'ANTIMO - Già nei giorni passati si vociferava in paese di un presunto agguato ai danni del Geometra Santo Maisto, attuale Responsabile del VII° Settore Urbanistica/Edilizia Privata del Comune di Sant'Antimo.

Stamattina, invece, addirittura abbiamo potuto constatare che il tecnico, a cui va la nostra massima vicinanza e solidarietà, è stato oggetto questa notte di vili intimidazioni per gli spari i cui proiettili hanno pesantemente danneggiato due sue auto.

Quanto successo va pesantemente condannato senza se e senza ma. Ovviamente aspettiamo anche i risultati delle indagini che gli inquirenti stanno portando avanti, l’intelligence dello Stato sul nostro territorio è di grandissima qualità ed è a loro soprattutto che vanno i nostri ringraziamenti. Sapranno ,come sempre e con grande caparbietà, venire a capo di un coacervo di fenomeni delinquenziali nonostante, purtroppo, Il clima omertoso che ci circonda. Riteniamo, però, grave il comunicato del Sindaco nella parte in cui riporta testualmente che... “E' evidente che a qualcuno non piace il nuovo equilibrio democratico venuto fuori dalle elezioni dello scorso giugno. Noi andremo avanti”....

In sede di Conferenza Capigruppo abbiamo fortemente stigmatizzato e condannato tale comportamento che non unisce la comunità ed il consesso civico nella lotta (senza distinzioni politiche o di altro genere) alla criminalità organizzata in tutte le sue manifestazioni oltre a rappresentare una grave accusa all'equilibrio democratico che lo ha preceduto di cui ne hanno fatto parte diversi rappresentanti (anche in auge) della sua attuale amministrazione.

Ebbene lui ha scritto che andranno avanti e noi lo stiamo facendo ancor di più, con maggiore determinazione e vigore. Abbiamo proposto ai Capigruppo un Consiglio Comunale monotematico e straordinario su ordine pubblico e criminalità organizzata da tenersi in piazza, di domenica, all'aperto, a contatto con la cittadinanza ed aperto alla straordinaria partecipazione degli inquirenti nei modi previsti dalle vigenti disposizioni normative.

Abbiamo, inoltre, chiesto all'amministrazione di farsi parte diligente nel chiedere al Prefetto la convocazione ad horas, sul nostro territorio, del Comitato per l'ordine pubblico e la sicurezza. I cittadini hanno necessità di toccare con mano la presenza dello Stato e dei propri rappresentanti istituzionali, i cittadini devono capire che gli amministratori (TUTTI) sfidano in pubblica piazza i camorristi, i cittadini vogliono vederci in faccia e fuori dai luoghi istituzionali esprimerci circa i nostri propositi ed intendimenti per combattere la criminalità organizzata, i cittadini devono essere sicuri che li rappresentiamo senza paura, senza timore ma soprattutto con grande dignità, quella che il ruolo istituzionale richiede.

Solo così possiamo invogliare i cittadini a prendere parte alla gestione della “res pubblica” e spingerli a superare il Clima omertoso che permea il nostro territorio. Gli inquirenti ci hanno sempre teso entrambe le mani, ora tocca a tutti i SANTANTIMESI!

I Consiglieri del Centrodestra
Corrado Chiariello,
Peito Santo,
Guarino Giuseppe,
Ivana Tarantino,
Angelino Carmine,
Di Lorenzo Francesco,
Cattaneo Rossella,
Borzacchiello Annarita.