Log in
26-Sep-2017 Aggiornato alle 10:43 +0200

Qualiano. PUC, De Leonardis: approssimazione nella Delibera di Giunta 244/2017

Qualiano. PUC, De Leonardis: approssimazione nella Delibera di Giunta 244/2017 Foto: Archivio

La Delibera di Giunta 244/2017 di Qualiano approssimata. De Leonardis: "[...] la convezione [...] non è stata siglata con il L.U.P.T. ma con il Di.Arc. della Federico II".

QUALIANO - Si è tenuta il 20 giugno 2017 presso il Palazzo del Comune di Qualiano la famigerata riunione di Giunta da cui è uscita la delibera n° 244 del 20/06/2017 che ha ad oggetto la “Richiesta alla Città Metropolitana di Napoli di un tavolo di copianificazione finalizzato alla successiva riadozione, ripubblicazione e nuovo deposito del PUC di Qualiano”.

Alla riunione erano presenti tutti gli Assessori tra cui figurano un Ingegnere ed un Geometra. Il quella seduta ad unanimità è stato deliberato di dare seguito alle quattro proposte dell’Assessore all’Urbanistica:

Di esperimere la volontà di avviare con la Città Metropolitana di Napoli, un tavolo di copianificazione ai sensi del combinato disposto delle leggi regionali n° 16/2004 e 13/2008, propedeutico e finalizzato alla riadozione e ripubblicazione del PUC, con la conseguente riattivazione della procedura di Valutazione Ambientale Strategica, di cui al Titolo II della parte seconda del D.Lgs. N° 152/2006;

Di dare atto che le norme di salvaguardia obbligatoria sono tutt’ora vigenti;

Di incaricate il Responsabile del Procedimento ed il Dirigente dell’Ufficio Tecnico Comunale per l’assolvimento degli incombenti istruttori e degli adempimenti consequenziali;

Di inviare la presente deliberazione ai soggetti interessati

Tutto a posto, a parte la prima proposta molto singolare riguardo la “copianificazione”, che sarebbe come se un Maresciallo della Guardia di Finanza dicesse in sede di accertamento ad un Commercialista: “Dottore lei ha sbagliato tutti i bilanci dell’azienda di Pinco Pallino” e si sentisse rispondere dal Commercialista: “Va benissimo, Maresciallo, non c’è problema... li rifacciamo insieme?”.

Può darsi, tuttavia che, gli uffici della Città Metropolitana di Napoli abbiano non più solo compiti di controllo ma anche di consulenza e ci sia sfuggita la nuova competenza e qualora si verificasse questa fattispecie saremmo pronti a chiedere scusa. I cittadini il PUC va redatto da Capo rispettando quanto prescritto dalle leggi vigenti e gli Uffici della Città Metropolitana di Napoli non potranno fare altro che giudicarlo coerente.

Ma a portare l’attenzione su un altro punto della delibera che, speriamo venga corretta quanto prima, è stato il Consigliere PD Raffaele De Leonardis.

Il consigliere ci fa notare, infatti, una strana incongruenza nella relazione dell’Assessore all’Urbanistica riguardante l’ultima parte del Considerato dove si legge: “[…] Che al tal fine il L.U.P.T. dell’Università degli Studi di Napoli – Federico II ha assicurato il proprio supporto scientifico in ogni fase evolutiva e consequenziale relativa al processo di pianificazione, senza ulteriori oneri aggiuntivi rispetto alla convenzione in essere con il Comune di Qualiano [...]

«Il problema è proprio questo – ci spiega il Cons. Raffaele De Leonardisla convezione che tutti conosciamo non è stata siglata con il L.U.P.T. (Laboratorio di Urbanistica e Pianificazione Territoriale) ma con il Di.Arch, (Dipartimento di Architettura) della Federico II. Cosa accade esoneriamo Allegri e ingaggiamo Sarri? Perdoni la metafora calcistica ma calzava. Chi redigerà il nuovo piano urbanistico comunale? Abbiamo esonerato il prof. Moccia per ingaggiare il prof. Trupiani? Pagheremo due strutture? Firmiamo una nuova convenzione con il L.U.P.T. o “copianifichiamo” con la Città Metropolitana di Napoli? Leggendo questa Delibera – continua De Leonardis –  è possibile riconoscere il sintomo dello stato di approssimazione e di confusione che regna nel Palazzo del Comune su argomenti importanti per il Futuro di Qualiano. Non manca però la brutta abitudine di non leggere gli atti attentamente; da notare che oltre a cinque Assessori questo atto è stato siglato dal Dirigente dell’Ufficio Tecnico, dal Segretario Comunale e dal Dirigente del Settore Ragioneria possibile che nessuno si sia accorto di nulla? Sicuramente si sarà trattato di un refuso o qualcosa di simile ma nella redazione degli atti è necessaria attenzione».

Clicca qui per scaricare la Delibera 244/2017

Vincenzo Perfetto

Direttore Editoriale

Sito web: www.puntomagazine.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.