Log in
14-Dec-2017 Aggiornato alle 19:35 +0100

Mugnano, domani la Giornata della Solidarietà: gli alunni delle scuole raccoglieranno beni per i meno fortunati

  • Scritto da Nota stampa, Comune di Mugnano
  • Pubblicato in News
  • 0 commenti
Mugnano, domani la Giornata della Solidarietà: gli alunni delle scuole raccoglieranno beni per i meno fortunati Foto: Comunicato Mugnano, domani la Giornata della Solidarietà: gli alunni delle scuole raccoglieranno beni per i meno fortunati

Sarnataro: "Decine le iniziative che abbiamo messo in campo per dare un aiuto concreto alle famiglie in difficoltà".

MUGNANO – L’Amministrazione comunale e il Comitato Scuole Mugnano al fianco delle famiglie in difficoltà con la Giornata della Solidarietà. L’iniziativa si terrà domani mattina all’esterno di diverse scuole del territorio.

Prima di iniziare le lezioni gli alunni, accompagnati dai loro genitori potranno portare un dono per le famiglie più disagiate del territorio. Alimenti, biscotti, vestiti e giocattoli saranno consegnati ai volontari della Croce Rossa, che poi devolveranno il tutto alle persone individuate dagli uffici delle Politiche Sociali dell’Ente.

“Vogliamo educare i nostri figli alla solidarietà e alla condivisione – spiega Ciro Ambrosini presidente del Comitato dei genitori Scuole di Mugnano – Voglio ringraziare i bambini della V B della scuola Sequino, che hanno realizzato la locandina, la Croce Rossa per l’importante supporto e l’Amministrazione comunale che ci è sempre affianco in questo genere di manifestazioni”.

Le scuole che hanno aderito all’evento sono l’Illuminato-Cirino, la Sequino, la Siani, la Stella Mattutina e la Green School.

Negli ultimi due anni – dichiara il sindaco Luigi Sarnatarosono diverse decine le iniziative che abbiamo messo in campo per dare sollievo e un aiuto concreto a chi è meno fortunato o vive un momento di precarietà economica. La Giornata della Solidarietà si inserisce in questo percorso, insieme al pacco alimentare, al Rei e precedentemente il Sia. Ringrazio i dirigenti scolastici e il Comitato genitori che stanno portando avanti un progetto di educazione e solidarietà”.