Log in
20-Nov-2018 Aggiornato alle 12:14 +0100

Melito. Operazione "Nicocina": scoperta maxi frode nel settore delle "e-cig"

La guardia di Finanza di Napoli ha portato alla luce la frode, partendo da due opifici a Melito di Napoli, nel settore delle sigarette elettroniche. All’esito di una complessa attività investigativa eseguita nel settore del mercato delle “sigarette elettroniche” e dei “liquidi da svapo”, i finanzieri del Nucleo di Polizia economico-finanziaria di Napoli, coordinati dalla locale Procura della Repubblica, hanno fermato un rilevante traffico illecito di nicotina liquida “di contrabbando” proveniente da non meglio identificati laboratori cinesi. L’imposta di consumo sottratta all’Erario sarebbe di oltre 1 milione di euro. Il settore è quello delle “e-cig” (le sigarette elettroniche), sottoposto in…

Melito, allerta meteo: chiuse le scuole per il 22 ottobre

La decisione del sindaco di Melito arriva pochi minuti fa sulla sua pagina ufficiale. La decisione è stata pubblicata pochi minuti fa sulla pagina facebook del Sindaco Antonio Amente, dove lo stesso primo cittadino ha dichiarato: "Ho preferito attendere fino ad ora, prima di prendere una decisione definitiva e ritengo che questa sia la più condivisibile possibile ORDINANZA N. 112 DEL 22/10/2018: Lunedì 22/10/2018 Scuole chiuse anche a Melito". Domani quindi scuole chiuse anche a Melito di Napoli in Via precauzionale.

Melito di Napoli, allerta meteo arancione: scuole ed uffici pubblici aperte

Lunedì 22 ottobre 2018 le scuole e gli uffici pubblici resteranno regolarmente aperti. La Protezione Civile regionale ha emesso un avviso di criticità a partire dalle ore 22.00 di questa sera alle ore 22,00 di domani. L’allerta è “arancione”, pertanto abbiamo deciso di non disporre la chiusura delle scuole e degli uffici pubblici.  Leggi anche: QUALIANO, ALLERTA METEO ARANCIONE PER 24 ORE È consigliata comunque la massima prudenza ai cittadini negli spostamenti, in particolar modo nelle ore in cui la pioggia sarà più copiosa. Le ditte di manutenzione comunale sono preallertate per poter intervenire in maniera celere, così come la polizia locale che…

Melito, presi i tre responsabili dei degli omicidi del 13 e 14 marzo 2014

Gli omicidi avvenuti a Melito di inquadrano nella lotta intestina al clan Amato Pagano scatenatasi dopo la cattura di Riccio Mariano. In data odierna la Squadra Mobile presso la Questura di Napoli ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare che ha disposto il carcere per 3 indagati, emessa dal GIP presso il Tribunale di Napoli, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti dei soggetti ritenuti responsabili sia dell’omicidio di RUGGIERO ANTONIO che di CASTELLO ANDREA, avvenuti a Melito rispettivamente il 13 ed il 14 marzo 2014.  Leggi anche: MELITO, RUBA TONNO IN SCATOLA PER 125EURO AL "SIMPLY MARKET" Le…

Melito, ruba tonno in scatola per 125euro al "Simply Market"

La donna residente a Melito è stata sorpresa dal personale di sicurezza che ha avvertito i Carabinieri. Intervento dei Carabinieri della Compagnia di Marano di Napoli presso il Simply Market di Melito di Napoli. Una 25enne del posto e già nota alle forze dell'ordine, ha pensato bene di fare una scorta di tonno in scatola e, nascondendolo in una borsone, ne ha portato via per 125euro. A soprenderla e a chiamare in seguito i Militari dell'Arma il personale addetto alla sicurezza. Leggi anche: MELITO DI NAPOLI, COMUNE CHIUSO PER FESTA PATRONALE Davanti alla fattispecie i Carabinieri hanno arrestato la donna che…

Melito di Napoli, Comune chiuso per festa patronale

La segnalazione è giunta in redazione pochi minuti fa da parte di un cittadino di Melito. Questa mattina nulla di fatto  per i cittadini che si sono recati al Comune di Melito per relative documentazioni ed altre commissioni. Ad attenderli fuori, infatti, un foglio di carta intestata incollato al cancello d'ingresso con su scritto: "CHIUSO PER FESTA PATRONALE". Anche persone anziane ad attendere inutilmente per i documenti. Nessun avviso alla cittadinanza nessun manifesto per strada solo il cartello sul cancello avrebbe dovuto avvisare gli utenti della sospensione, in virtù della festa patronale, dei servizi comunali. Leggi anche: MELITO, GUIDA UN'AUTO SENZA…

Melito, guida un'auto senza assicurazione e non si ferma all'alt dei Carabinieri

Il 25enne di Sant'Antimo aveva in macchina il figlio undicenne quando si è dato alla fuga da Melito, provocando un incidente stradale. I Carabinieri della Tenenza di Melito di Napoli hanno tratto in arresto un 35enne di Sant'Antimo, già noto alle forze dell'Ordine. Nel corso di un controllo nei pressi di una “piazza di spaccio” in via Lussemburgo, all'interno del rione di edilizia popolare chiamato “Legge 219”, i militari hanno intimato l'alt a una Multipla che stava sopraggiungendo guidata dal 35enne. A bordo della vettura anche il figlio undicenne e anziché fermarsi ha accelerato la vettura per darsi alla fuga.…

Melito, scovata fabbrica del falso

I carabinieri hanno apposto i sigilli al locale di circa 40 metri quadri. All'interno borse, scarpe e griffe contraffatte. MELITO - I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale, Agroalimentare e Forestale di Napoli hanno apposto i sigilli, a Melito, ad un locale di circa 40 metri quadri. All'interno del locale i militari dell'Arma hanno rinvenuto e un macchinario per la stampa di marchi, 15 borse contraffatte, 15 paia di scarpe contraffatte un grande sacco di plastica contenente rifiuti tessili, etichette di stoffa e fregi di metallo di noti marchi sportivi ed eleganti e cliché. Tutto il materiale rinvenuto è stato…

Melito: rinvenuto cadavere di un pusher affiliato agli "Amato-Pagano"

Il cadavere rinvenuto a Melito potrebbe essere quello di un pusher sparito due anni fa. Indagini di carabinieri e D.D.A. Questa mattina, in un terreno agricolo a Melito, i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Napoli, nell’ambito di un’attività di indagine coordinata dalla D.D.A. partenopea, hanno rinvenuto un cadavere sotterrato. Leggi anche: MELITO, CARABINIERI ARRESTANO SPACCIATORE DI CRACK Il corpo è verosimilmente quello di Davide Tarantino, uomo ritenuto affiliato al clan camorristico degli “Amato-Pagano” e pusher nella piazza di spaccio della “219” di Melito, scomparso nel febbraio 2016 dopo essere uscito di casa.

Cattivi odori a Melito, sotto accusa Il Ruspante: la decisione del sindaco Amente

Potremmo essere di fronte ad una svolta per quanto riguarda l'ormai nota questione Ruspante. L'azienda, che si occupa di produzione e vendita al dettaglio e all'ingrosso di polli, è da tempo al centro delle polemiche per i cattivi odori provenienti dalla sede di via Colonne a Melito. Centinaia i cittadini che hanno espresso il proprio malcontento in Municipio in questi anni, presentando denunce circostanziate e petizioni di firme. Nelle ultime settimane, secondo quanto riferito da alcuni abitanti del posto, i miasmi sarebbero aumentati, rendendo l'aria ancor più irrespirabile. I cittadini hanno chiesto l'intervento del Comune nel corso degli ultimi 14…
Sottoscrivi questo feed RSS