Log in
21-Oct-2017 Aggiornato alle 18:34 +0200

Sequestrate a Giugliano alimentari in cattivo stato di conservazione

  • Scritto da Nota stampa Comando Prov. GdF Napoli
  • Pubblicato in News
  • 0 commenti
Sequestrate a Giugliano alimentari in cattivo stato di conservazione Foto: Comando Provinciale GdF Napoli - Parte del Materiale Sequestrato

I militari della Guardia di Finanza di Giugliano hanno sequestrato l'intera azienda totalemente sconosciuta al fisco, materie prime e prodotti finiti.

GIUGLIANO - Nel quadro dell’intensificazione dei servizi di prevenzione generale e di controllo economico del territorio, con particolare attenzione al fenomeno della sicurezza dei prodotti e delle frodi alimentari, i finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli hanno sequestrato, nel comune di Giugliano in Campania (Na), all’interno di un’azienda, un ingente quantitativo di prodotti alimentari, stoccati in pessime condizioni di conservazione e pronti per essere immessi nel circuito commerciale.

In particolare, le Fiamme Gialle del gruppo di Giugliano in Campania, nel corso di un’autonoma attività info-investigativa avviata nell’ambito dell’intensificazione dell’azione di contrasto all’economia illegale e sommersa per la stagione estiva 2017, hanno individuato un’impresa, completamente sconosciuta al fisco esercente l’attività conserviera di prodotti ortofrutticoli, alimentari ed imbottigliamento del vino, operante senza alcuna autorizzazione sia commerciale che sanitaria. All’interno dei locali aziendali sono, altresì, stati trovati intenti a lavorare 3 soggetti non regolarmenti assunti.

Al termine del controllo, venivano poste sotto sequestro l’intera azienda, l’area di circa 350 mq, le attrezzature necessarie per la produzione industriale, tra le quali: pentole industriali in alluminio, bollittori in ferro, vasche in plastica, silos, impastatrici, insaccatrici per salumi, materie prime e prodotti finiti, oltre a circa 15.000 bottiglie contenenti passata di pomodoro, salumi ed insaccati e circa 100 bottiglie di vino pronte per essere inserite nella filiera alimentare. Il responsabile veniva segnalato all’autorità giudiziaria competente.

Il servizio odierno testimonia il costante presidio esercitato dalla guardia di finanza di napoli sul territorio a salvaguardia delle leggi ed a contrasto di un fenomeno connotato da forte pericolosità
sociale.