Log in
21-Oct-2017 Aggiornato alle 18:34 +0200

Giugliano, il Sindaco Poziello inteviene sui problemi idrici al Parco Noce

  • Scritto da Nota Sindaco Antonio Poziello
  • Pubblicato in Politica
  • 0 commenti
Giugliano, il Sindaco Poziello inteviene sui problemi idrici al Parco Noce Foto: maps.google.it

Affrontati oggi i problemi del secondo e terzo viale del Parco Noce trovate forti criticità. Allo studio la soluzione di allacciare sulla condotta di via Madonna del Pantano

I problemi che stiamo riscontrando al Parco Noce poco hanno a che fare con la riduzione di portata sulle condotte regionali. I nostri controlli continuano, infatti, a segnalarci una pressione "teoricamente" sufficiente ad alimentare la zona.

I problemi sono atavici, conseguenza della modalità "arronzata" con cui in quei viali (alcuni pubblici, altri privati) sono state realizzate a suo tempo le reti (inutile dire abusive). Da giorni, i nostri tecnici e quelli della Regione stanno impazzendo per capire quale sia il problema per il quale il secondo ed il terzo viale del Parco Noce sono a secco.

Oggi, abbiamo effettuato una serie di scavi e saggi. Ed anche "interrogato" i residenti per provare a districarci nel ginepraio di tubazioni. L'Assessore Rimoli, il Direttore lavori, nostri dirigenti e tecnici sono stati sul posto per capire cosa stesse succedendo.

Abbiamo appurato che, contrariamente alle convinzioni anche di molti residenti, il Parco Noce è alimentato da una tubazione che entra ortogonalmente (a 90*) da Via Ripuaria (e non da Via Madonna del Pantano). Da questa per ciascun viale si diramano tubazioni che vanno lungo l'asse est/ovest alimentando le diverse abitazioni. Il risultato è che gli ultimi viali non riescono ad avere una sufficiente portata ed alla minima riduzione della pressione i rubinetti vanno a secco.

Stiamo ora studiando una soluzione efficace. Domattina i nostri tecnici torneranno nuovamente al Parco Noce e proveranno ad ammagliare la rete interna alla condotta su Via Madonna del Pantano, questo dovrebbe consentirci un significativo aumento delle portate, che potrebbe risolvere l'emergenza (si spera) definitivamente.

Intanto, vista la situazione, abbiamo chiesto l'intervento delle autobotti dei vigili del fuoco. Resta sullo sfondo l'emergenza idrica che attanaglia l'Italia intera, la Campania ed, ovviamente, anche Giugliano. È d'obbligo, quindi, invitare tutti a non sprecare l'acqua. Un esempio: evitiamo di annaffiare prati, lavare auto, riempire piscine.

A meno di piogge estive (poco probabili), la situazione è purtroppo destinata a peggiorare. I dati che ci fornisce la Regione evidenziano che le riserve si vanno assottigliando. Dunque, da metà luglio a settembre sono prevedibili disagi come mai in precedenza.