Log in
21-Oct-2017 Aggiornato alle 18:34 +0200

Calvizzano. "Affaire mensa", Sequino: "Informeremo l'ANAC". Salatiello: "È nostro interesse fare chiarezza"

Calvizzano. "Affaire mensa", Sequino: "Informeremo l'ANAC". Salatiello: "È nostro interesse fare chiarezza" Foto: archivio

A Calvizzano la mensa è gestita dalla sola "SMR s.r.l." ma sembra che la politica abbiamo molta voglia di fare chiarezza

Si allarga l’inchiesta sul Servizio di Mensa scolastica, due settimane un consigliere comunale di Calvizzano, Biagio Sequino, leggendo l’inchiesta che stiamo curando in merito alle ombre non ancora dissolte dal Comune di Qualiano in merito all’affidamento del servizio mensa all’ATI “Italfood sas SMR srl” riguardo le regolarità fiscale non conforme al momento della gara d’appalto, ha avanzato gli stessi dubbi anche per il suo Comune.

Sappiamo che a Calvizzano la gara per l’affidamento triennale è stata espletata nel 2014 e che la sola "SMR srl" – sul cui capo l’agenzia delle entrate prima e il TAR in seguito hanno accertato le irregolarità – ha ottenuto l’affidamento e sta lavorando regolarmente.

Supponiamo, altresì, che stia ricevendo anche corrispettivi per il servizio che svolge; in base a questo potremmo presagire i documenti siano in regola data la lontanza temporale con la vicenda dell’ATI. Visto, però, quanto accaduto ad Arzano e Casavatore, dove l’ATI ha visto revocarsi il servizio per irregolarità fiscale prima dell'espletamento della gara e la volontà del Comune di Qualiano di non rispondere, i dubbi sollevati a Calvizzano da Biagio Sequino sono legittimi ed i cittadini devono essere necessariamente rassicurati sulla correttezza della procedura amministrativa.

Il “Punto!” non ha alcun tipo di interesse su questa vicenda tranne quello di rassicurare i genitori perché, come già abbiamo avuto modo di specificare, non dobbiamo dimenticare che lo spirito della legge sugli appalti può essere riassunto e semplificato in “come fa un’azienda che non paga le tasse a fornire beni o servizi di qualità accettabile”.

Abbiamo provveduto a contattare attraverso facebook l’Assessore Ferrigno al fine di ottenere qualche rassicurazione, ma all'ora di pubblicazione dell'articolo non ha ancora risposto. Abbiamo raggiunto al telefono il Consigliere Biagio Sequino, colui che ha sollevato i dubbi su Calvizzano, ha dichiarato: «Sulla vicenda occorre fare chiarezza: non sappiamo se i certificati di regolarità fiscale della SMR srl siano positivi e se sia in regola il DURC, ma sono molte le determine di pagamento che escono dal Comune senza che vi sia scritto in alcun modo: “visto il Documento Unico di Regolarità Contributiva o visto il certificato di regolarità fiscale”. Per questo motivo prossimamente provvederemo a formulare un’istanza di accesso agli atti amministrativi e informeremo di quanto accade l’ANAC».

Disposto a fare chiarezza anche il Sindaco di Calvizzano Giuseppe Salatiello che raggiunto telefonicamente, ha dichiarato: «È anche nostro interesse fare chiarezza sulla vicenda, attualmente non sono al Comune, risentiamoci domani mattina per i documenti».

Per quanto riguarda l’Assessore Ferrigno il giornale, come da costume consolidato, resta a disposizione per eventuali dichiarazioni.  

Vincenzo Perfetto

Direttore Editoriale

Sito web: www.puntomagazine.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.