Log in
23-Nov-2017 Aggiornato alle 9:02 +0100

Qualiano, i medici hanno l'obbligo della visita domiciliare

È capitato durante il periodo dell’influenza, che ha messo a letto due terzi della popolazione, di sentire qualche lamentela in giro, riguardo alle mancate visite domiciliari dei medici di base, cosa ancora più grave quando la richiesta della visita ha riguardato i bambini affetti da febbre o problemi respiratori che necessitavano della visita medica

Pretendere che l’ammalato, o peggio, il bambino affetto da patologie polmonari o respiratorie, esca di buon’ora rischiando un peggioramento delle condizioni fisiche, solo perche il Medico di famiglia, o il Pediatra, si scocciano di eseguire la visita domiciliare, vuol dire che nel migliore dei casi quel professionista ha sbagliato indirizzo di studio.

Signori Medici: sapete bene che la visita domiciliare è obbligatoria e deve essere eseguita nel più breve tempo possibile, ma mai, in nessun caso elusa.

Signori Medici: dovreste sempre tenere presente che la professione medica è una missione, ciò vi è stato insegnato anche ai corsi di studio svolti, posso capire che rappresenta sacrifici, privazioni, e altro, ma nessuno ve l’ha imposto.

Avviso ai cittadini: tratto da: I Diritti del malato.

La visita medica a domicilio, è obbligatoria, e la dovete pretendere, essa deve essere garantita;
·    In giornata se la richiesta é pervenuta entro le ore 10 dal lunedì al venerdì;
·    Entro le ore 12 del giorno successivo se la richiesta é pervenuta dopo le ore 10;
·    La chiamata urgente, recepita, deve essere soddisfatta entro il più breve tempo possibile.

Mai, e in nessun caso, la stessa, può essere rifiutata, pena una denuncia alle autorità di Pubblica Sicurezza o alle Forze dell’Ordine, del luogo di residenza.

Rivolgo un appello a quei <<per fortuna pochi>> Medici che eludono le visite domiciliari con pretesti fasulli o che mostrano false motivazioni di indisponibilità.

Ai medici di base, se non visitate fisicamente i vostri pazienti, ma vi limitate solo a prescrivere farmaci di altri professionisti, se rifiutate le visite domiciliari non allargando gli orizzonti dell’esperienza personale, non vi sembra molto penalizzante e riduttivo fare solo lo scribacchino prescrivendo le terapie di altri e non provenienti dalle vostre capacità professionali.

Per fortuna sono pochi quelli che dovrebbero veramente cambiare professione, che continuano con un rifiuto mentale ad acquisire al proprio bagaglio quelle capacità professionali che oltre ai testi di studio, si acquista solo con l’esperienza giornaliera sul campo di battaglia.

Qualiano: è certezza, è Onofaro il candidato Pdl

Delusi e spiazzati tutti quelli che si aspettavano la candidatura dell’On. Schiano al posto del Sindaco alla guida del Pdl, invece la Direzione federale, ha deciso il prosieguo del Sindaco uscente Salvatore Onofaro alla continuità del Pdl qualianese.

Il Sindaco uscente si è presentato con una nutrita coalizione composta da nove liste, piene di entusiasmo e buona volontà, virtù che da sole non bastano per affrontare e battere le altre forze pure agguerrite e rappresentative, e con il coltello tra i denti.

Fin dal momento della certezza della sua candidatura, dal balcone del suo Comitato elettorale, si sono diffuse ininterrottamente, le note del nuovo Inno pidiellino, quasi a voler ricordare al popolo che esiste ancora, che è ancora in gara malgrado tutte le dicerie largamente diffuse dai perditempo riguardo a inedia e pochezza risolutiva dimostrata durante il suo governo.

Qualiano, e i suoi costi della politica

 Passando in Piazza del popolo, verso le ore 12.00, mi è capitato di vedere alcuni imbrattamuri intenti a staccare i manifesti elettorali affissi sulla parete di fronte al Comune e accumularli a terra per poi sostituirli con altri di un altro candidato che non menziono per ovvie ragioni.

Il gesto mi è sembrato quantomeno irrazionale e arbitrario, al punto che ho espresso il mio disappunto a un amico frequentatore della zona, il quale mi ha accusato di eccesso di zelo dicendomi: ma dai, non sai che questi fanno cosi dalla mattina alla sera, operano per il miglior offerente e che aspettano appunto queste occasioni per guadagnare un sacco di soldi.

La disapprovazione da parte mia, era indirizzata non tanto alla brutta azione che stavano commettendo ai danni di un altro candidato che loro stessi forse avevano affisso il giorno prima, ma alla catasta di manifesti che si sono accumulati alla base in questa settimana, e che se non saranno rimossi, occuperanno i posti di quattro auto.

Vorrei domandare a tutti i Candidati e al Sindaco che in prima persona sta dando un cattivo esempio, accettando che questi imbrattamuri con le loro immagini coprano gli avversari facendo diventare la competizione elettorale, una battaglia di oscurazione delle facce avverse, oltre a un volgare insudiciamento delle nostre strade.

Domande.

Se i posti delle affissioni sono designati per ciascun candidato, perche s’invade lo spazio altrui’.

Chi autorizza la pulizia dei muri e delle strade dalle cartacce stracciate dai muri?

A spese di chi saranno pagati gli straordinari agli operatori ecologici per detta pulizia?

I cittadini possono non sapere da quale cassetto vengono presi i soldi per finanziare la campagna elettorale, ma di sicuro sanno che non è giusto che in un momento di congiuntura come quello che stiamo attraversando, si facciano gravare anche questi oneri sulle loro spalle, ma forse la giustificazione che potreste dare è quella dell’incertezza del voto, la quale, siccome non vi assicura il prosieguo del potere politico, pensate bene di delegare a chi verrà dopo di voi l’onere di strapparsi i capelli. Bravi, veramente bravi.

Compensazione ambientale: giovedì 11 aprile i sopralluoghi

Onofaro: “3 milioni di euro per le periferie”

Giro di vite sulle compensazioni ambientali. Giovedì 11 aprile 2013 i tecnici specializzati della Sogesid Spa (la società incaricata per le attività di progettazione ai sensi dell’accordo tra ministero dell’Ambiente e Regione Campania) giungeranno in città per i sopralluoghi nelle aree oggetto di intervento.

Un percorso che risale al 2009 quello che ha condotto all’inserimento del Comune di Qualiano tra gli enti beneficiari dei fondi per l’esecuzione di interventi di matrice ambientale.

E’ stato per noi un riconoscimento importante ma soprattutto giusto– dichiara il sindaco Salvatore Onofaro – in cui si attesta e si certifica il prezzo che il nostro territorio ha pagato per lunghi, troppi anni dal punto di vista della salute dell’ambiente e dei cittadini. Pur non avendo discariche, siti di stoccaggio, di lavorazione o di smaltimento sul nostro territorio, abbiamo dimostrato in sede ministeriale la prossimità geografica a tali impianti allocati nei comuni limitrofi i cui effetti si riverberano ineluttabilmente sul nostro suolo. I fondi che otterremo saranno destinati alla riqualificazione delle aree periferiche. Un’occasione per attestare il sacrificio che Qualiano ed i qualianesi in questi decenni hanno dovuto affrontare sul fronte dello smaltimento dei rifiuti”.

Con la delibera di giunta municipale numero 141 del 23 novembre 2011, è stato infatti approvato il progetto preliminare in seno gli interventi di compensazione ambientale e bonifica della Regione Campania. L’atto di giunta costituisce il consequenziale adempimento all’Accordo Operativo sottoscritto da questa Amministrazione in data 04 agosto 2009 con il Ministero dell’Ambiente , il Sottosegretariato di Stato all’Emergenza Rifiuti, la Regione Campania ed il Commissario delegato (ex OPCM 1 febbraio 2008, n. 3654).

In tale accordo sono stati proposti e propugnati dal Comune di Qualiano quattro progetti per la cui realizzazione è stato riconosciuto un fondo finanziario pari a 3 milioni di euro.

Segnatamente, essi riguardano: la realizzazione del lotto di fognatura per la strada di collegamento all’Asse di Grande Viabilità per un importo complessivo di 500 mila euro; un milione di euro per il lotto riguardante via Cardinale, via Falcone, via Pozzonuovo e via Cacciapuoti; un ulteriore milione di euro per il lotto Circumvallazione esterna – Centro storico – Rione Principe; 500

QUALIANO, DOMENICA 7 APRILE IL PRIMO FLASHMOB

‘Inevitabilmente il futuro siamo noi’. Start up alle 11.30 in piazza del popolo

Un gruppo di ragazzi, un comune, una piazza, uno slogan per delle idee da difendere. Nasce così il primo flashmob del comune di Qualiano. Promosso da Giuseppe Ricciardiello e dai giovani qualianesi incontratisi nel luogo virtuale più popolare del momento, facebook. Così, riunendosi in un incontro molto informale con altri ragazzi, subito arrivò lo slogan su cui fondare quest’evento : ‘’Inevitabilmente il futuro siamo noi’’.
L’evento ,che si terrà appunto il 7 Aprile del 2013,avrà luogo in Piazza del Popolo dove i ragazzi che vi prenderanno parte, si incontreranno alle ore 11.30, vestiti con magliette bianche o con sciarpe, cappellini, foulard dello stesso colore. Alle 12.00 avrà inizio il meet-up  che si aprirà con il Flashmob.  I giovani continueranno per più di un ora a divertirsi a ritmo di musica house. Inoltre si cimenteranno nell’ Harlem Shake dando libero sfogo allora loro personalità.
L’invito per trascorrere questa giornata è stato esteso non solo ai giovani e adulti della città ma anche alle cariche politiche del comune di Qualiano, ed ai licei dei territori circostanti.
«Il messaggio che vuole essere trasmesso- dichiara il promotore Ricciardiello- è che i giovani appartengono ad una sola classe sociale ,senza nessuna distinzione tra un individuo ed un ‘altro. Ogni giovane ha il diritto di essere tutelato e non discriminato perché possiede una opportunità di svolta per cambiare il paese»
Ecco la pagina di facebook del Flashmob  : http://www.facebook.com/groups/flashmobqualiano/

Auguri di Buona Pasqua

La redazione di  <<Puntomagazine carta & web>> invia a tutti i lettori, i migliori Auguri per una Santa e felice Pasqua, con l’Augurio che Gesù Risorto, porti nei cuori e nelle menti dei nostri governanti, la voglia di intraprendere con amore e fervore, la strada della ripresa, per ridare al popolo la smarrita speranza di continuità.
 

Le strade di Qualiano ringraziano le elezioni

La città riscopre la pulizia in vista della prossima tornata elettorale

La nostra testata, nel corso degli anni, in tantissime occasioni è stata costretta a denunciare lo stato di sporcizia persistente nelle strade della nostra città, a denunciare e mettere in mostra i motivi e i vari problemi che gravano sull’apparato della Multiservizi.

Senza entrare nello specifico delle problematiche che frenano il normale e doveroso svolgimento della raccolta e nettezza della città, i nostri articoli sono stati sempre protesi a stimolare la sua dirigenza e gli organi comunali che gestiscono la società di servizi, al fine di riparare le falle prodottesi nella società di servizi.

La mattina del 28/03/2013, stranamente, come non mai, la città si è ritrovata più pulita, squadre di dipendenti addetti alla pulizia, sono state riversate nelle strade, con le divise pulite, e armati delle attrezzature necessarie per tagliare l’erbaccia, ripulire le aiuole e addirittura con le ramazze e secchielli per spazzare e raccogliere rifiuti e cartacce, cosa di altri tempi, normali utensili per la raccolta che sembravano reperti archeologici.

Gli addetti, armati di buona volontà e di qualche promessa di gratificazione, hanno dato origine a quelle operazioni straordinarie che dovrebbero rappresentare la normale routine, tanto da dare un’immagine della nostra città diversa e meno indecorosa.

Che cosa è cambiato nella Multiservizi che prima non le dava la possibilità di operare e di svolgere le mansioni per la quale, la stessa è stata costituita? Senz’altro il motivo di tanto zelo, agli occhi della cittadinanza, è chiaro essere la vicinanza delle prossime elezioni amministrative, le quali, motivano i dirigenti che con queste manovre obsolete, sperano di riuscire a carpire ancora consensi immeritati e essere rieletti.

Appello ai cittadini qualianesi, approfittiamo del momento di ritorno alla quasi normale pulizia di quelle aree che allo stato attuale sembrano più pulite per cercare di mantenerle così, perché chissà quando vedremo nuovamente gli operatori all’opera.

Il Segreto di Lazzaro, il nuovo romanzo di Letizia Vicidomini ad Un Caffè con l’autore

L’appuntamento con la cultura nella biblioteca comunale di Villaricca, mercoledì 3 Aprile, ore 17.30. Oltre alla presentazione del libro si potranno ammirare le pitture di artisti di grande interesse: per l’occasione espongono: Vincenzo Tesone, Francesco Liuzzi, Mario Giamminelli e Vittorio Musella

Villaricca: Il segreto di Lazzaro è un romanzo intenso e ben scritto. Uno stile fluido e accattivante che aiuta a far scorrere con naturalezza una storia intensa e pregna di umanità e che ci aiuta a leggere in profondità i sentimenti più intimi dei protagonisti. Il segreto di Lazzaro, come dice Maurizio de Giovanni nella prefazione: “È un romanzo sospeso tra passato e futuro, immerso in un presente tutto da scoprire”.
 
La Trama.  Aveva visto troppo, Lazzaro. La sera della sua partenza era stato testimone di un omicidio e aveva vissuto trent’anni cercando di dimenticare. Oggi però una lettera di sua sorella lo costringe a fare i conti con la propria coscienza e lo spinge a tornare a casa, dalla sua famiglia, nella sua terra. Ha un mistero da svelare, Lazzaro, per salvare un innocente che sta pagando una colpa non sua …deve ricomporre i frammenti di un passato tormentato e rimetterà insieme i brandelli della propria anima, non senza però pagare un prezzo.
L’autrice, etizia Vicidomini è speaker radiofonica, vive a Nocera inferiore, dove e nata, ma lavora a Napoli della quale si sente cittadina onoraria. Il segreto di Lazzaro è il suo terzo romanzo.  Per Akkuaria ha pubblicato Nella memoria del cuore (2006) e Angel (2007).
 
L’evento, come sempre sarà caratterizzato dalla lettura drammatizzata di testi scelti a cura del Collettivo teatrale diretto dal regista Lucio Michetti, accompagnate da effetti e coloriture musicali curate, a partire da questa settimana, dagli allievi della Scuola di Musica LudoMusica, diretta dal Maestro Marcello Parisi. Facilitatore dell’evento, Salvatore Salatiello.
 
In apertura saluti del Sindaco, Francesco Gaudieri, dell’Assessore alla Cultura, Gianni Granata e di alcune rappresentanze istituzionali del territorio. In mostra le opere pittoriche degli artisti Vincenzo Tesone, Francesco Liuzzi, Mario Giamminelli e Vittorio Musella.
 
In programma per le prossime settimane: mercoledì 10 Aprile, Luigi Verolino presenta il suo Romanzo storico Oltre l’Oro. Mercoledì 17 Aprile, Enrica Romano presenta una sua Silloge di Poesie, Mercoledì 24 Aprile, Giovanni Santaniello presenta il suo Romanzo Sangue Stregato, Mercoledì 08 Maggio, Carmela Sellitti presenta il suo Romanzo Il Cigno, Mercoledì 15 Maggio, Rosaria Iodice presenta il suo Romanzo La donna lumaca

Scuola Santa Chiara: eseguiti i lavori di impermeabilizzazione del solaio

Il Sindaco: “Il plesso è agibile. Dalla prossima settimana regolarità delle attività didattiche”

Eseguiti tempestivamente i lavori di impermeabilizzazione del solaio della scuola “Santa Chiara”.
Nei giorni è stata segnalata la presenza di infiltrazioni d’acqua piovana in alcune aule del plesso di via G. Di Vittorio. Immediato l’intervento dei tecnici responsabili dell’UT del Comune di Qualiano i quali, di concerto con incaricati del Distretto Sanitario n 39 ed il Comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Napoli hanno constatato la presenza delle infiltrazioni e predisposta l’urgente esecuzione di interventi di manutenzione.
Le infiltrazioni hanno interessato 7 aule al secondo piano dell’istituto che per l’esecuzione degli interventi sono state temporaneamente inibite.
Il Comune approntato un piano di manutenzione ad horas caratterizzato dall’impermeabilizzazione del lastrico unitamente al rifacimento dell’intonaco ed alla tinteggiatura dei soffitti delle sette aule.

Nel contempo sono stati effettuate verifiche tecniche (con esito favorevole) anche all’impianto idrico-antincendio ed alla revisione degli estintori in disponibilità del plesso.

“Il plesso nell’insieme è perfettamente agibile” fanno sapere dall’Ufficio tecnico comunale. “Le lezioni riprenderanno con regolarità al rientro delle vacanze per le festività pasquali” dichiara il sindaco Salvatore Onofaro. “C’è stata un’emergenza, con la complicità delle abbondanti precipitazioni dei giorni scorsi ma siamo intervenuti con speditezza per dirimere le criticità e mettere in condizioni di massima sicurezza il plesso  in ossequio a tutti gli standard normativi”

Tributi, il sindaco: “il 20% in meno per i contribuenti virtuosi”

La proposta contro la crisi e contro l’evasione per la prossima consiliatura

“Il 20% in meno sull’importo dei tributi comunali per i contribuenti virtuosi”. Il sindaco Salvatore Onofaro annuncia la sua proposta nell’ambito della politica fiscale per la prossima consiliatura. “Stiamo lavorando alle alleanze per una compagine forte, determinata e sempre più radicata nei valori e nei principi del centrodestra. Una delle proposte che avanzo agli elettori per il rinnovo del Consiglio comunale è quella di una riduzione pari al 20% dagli importi di competenza municipale per tutti i cittadini che pagheranno tali tributi nei termini stabiliti dalla legge”.

“Una proposta maturata e ponderata – prosegue il sindaco – sulla base di una scrupolosa disamina della situazione economica generale, delle contingenze finanziarie dei cittadini, delle preoccupanti difficoltà delle famiglie ad arrivare alla fine del mese onorando tutte le spese dei bilanci domestici. Chi ha sempre pagato regolarmente i tributi, senza incorrere in morosità e chi continuerà entro i binari di tale condotta civile, qualora le urne decreteranno una vittoria per la prossima consiliatura, sarà giustamente ricompensato attraverso il riconoscimento di uno sgravio. Di pari passi, non saranno ammesse deroghe e sconti agli evasori”.

“Il principio cardine è il seguente: consentire a tutti di pagare quanto dovuto, nei tempi e nelle modalità prescritte e programmare premialità per chi ossequia questo comportamento che ha valenza non solo legale ma anche etica. Con la puntualità negli incassi l’ente potrà assicurarsi anche maggior gettito e quindi permettersi decurtazioni ed, ovviamente, realizzazione e potenziamento dei servizi”.

Inoltre, in riferimento alle ingiunzioni di pagamento emanate dalla società responsabile della riscossione dei tributi nel Comune di Qualiano, il sindaco assevera: “Si susseguono voci destituite di ogni fondamento, squisitamente false e pertanto assurde. Le ingiunzioni che sono tate intimate ad alcuni cittadini sono azioni la cui responsabilità è ascrivibile solo ed esclusivamente alla concessionaria del servizio di tesoreria e riscossione dei tributi. Bugie becere e meschine sono tutte le altre illazioni che addirittura attribuirebbero al sindaco l’esortazione ad emanare tali provvedimenti. Smentisco seccamente tali voci che, ribadisco, non sono altro che menzogne artatamente confezionate e messe in giro per accattavi arsi la buonafede dei cittadini giocando sul disagio economico. Niente di più riprovevole e vergognoso”.

Sottoscrivi questo feed RSS