Log in
13-Dec-2018 Aggiornato alle 11:23 +0100

Qualiano, Arrestati 2 giovanissimi per detenzione e spaccio di hashish

A casa del più grande, a Qualiano, i Carabinieri hanno sequestrato una pistola scenica simile a quella usata dalle FFOO.

I Carabinieri della Stazione di Qualiano hanno tratto in arresto per detenzione e spaccio di stupefacente un 18enne e denunciato in stato di libertà un 16enne, entrambi del luogo e incensurati.

Leggi ancheQUALIANO AVEVA 200 KG. DI BOTTI NEL GARAGE PER FESTEGGIARE CAPODANNO

I 2 sono stati sorpresi nei pressi di una sala giochi in via Di Vittorio mentre erano intenti ad attività di spaccio. Nella diponibilità dei 2 giovani i CC hanno rinvenuto 42 stecchette di hashish del peso complessivo di altrettanti grammi.

La perquisizione a casa del diciottenne ha poi portato al rinvenimento di un coltellino intriso di hashish e di una pistola scenica simile a quelle in uso alle forze dell'Ordine e con munizioni a salve nonché di una sorta di contabilità scritta a mano dello spaccio.

2 giovani acquirenti sono stati identificati e segnalati al Prefetto quali assuntori di stupefacente essendo stati trovati in possesso di 4 stecche di hashish (7 grammi) appena comprate.

In totale sono stati quindi rinvenuti e sequestrati circa 50 grammi di hashish e la somma di 20 euro in banconote di vario taglio trovata sulla persona del 18enne e ritenuta provento di attività illecita. L’arrestato è in attesa di rito direttissimo.

Il Giugliano ribalta il risultato e vola in finale di Coppa Italia Regionale. 4-1 al Casoria

Il Giugliano torna in finale della Coppa Italia Regionale dopo 24 anni.

Quasi 5 lustri dopo, i tigrotti conquistano la finale di un torneo avvincente a cui il presidente Salvatore Sestile tiene profondamente: 4-1 il risultato finale, in rimonta, contro una squadra ostica che ha dimostrato di meritare la semifinale raggiunta ma di fronte ha trovato una corazzata e nella ripresa non hanno avuto possibilità.

La partita comincia male dunque, con il vantaggio di Cafaro, migliore dei suoi, che pochi minuti dopo si segnala anche per sportività perché sull’infortunio di Rosario Di Girolamo, anziché andare in porta con il pallone lasciato vacante dal nostro capitano di giornata, ha deciso di mettere palla fuori. Onore a lui ed alla sua onestà.

Leggi anche: GIUGLIANO, PRESIDENTE SESTILE: "GRAZIE GLADIATOR, CI AVETE FATTO SENTIRE A CASA"

Il primo tempo termina in vantaggio per i viola, con il Giugliano che ha preso la sua solita traversa quotidiana su colpo di testa di Cassandro ma nella ripresa, le tigri azzannano l’avversario.

Ad aprire le danze, dopo una traversa piena colpita da Fragiello (sono 5 i legni colpiti in questa semifinale), ci pensa Caso Naturale, alla sua quarta realizzazione settimanale, che ridà slancio al pubblico del Vallefuoco.

I cambi di De Stefano fanno la differenza ed è Fava Passaro a portare avanti il Giugliano su punizione magistrale di Tommaso Manzo.

Il terzo ed il quarto gol arrivano dal centrocampo, con Liccardo e Tarascio che in campo aperto sono freddi e non sbagliano regalando una gioia immensa ai tifosi del Giugliano.

Il presidente Sestile, colmo di gioia, ci tiene a fare i complimenti a tutti: “Una vittoria dedicata a chi non ci credeva, a chi storceva il naso. Il Giugliano è questo, una squadra forte composta da grandi uomini. Godiamoci questo momento, godiamoci la finale” ma come al solito, il presidente non dimentica chi gli sta vicino: “E permettetemi di dedicare con tutto il cuore questa vittoria a Giovanni Garofalo e alla sua famiglia, che sta passando un momento molto brutto. Il Giugliano calcio è una grande famiglia e noi staremo vicini, stretti in un grande abbraccio”.

A Mugnano domani arriva la clinica mobile dell'Asl per gli screening gratuiti

Sarnataro: "La prevenzione è uno strumento fondamentale per prevenire o identificare in tempo malattie gravi e meno gravi". 

MUGNANO - "Ci prendiamo cura di te", la campagna di prevenzione gratuita dell'Asl arriva a Mugnano con la collaborazione dell'amministrazione comunale.

Leggi ancheMUGNANO, GIOVEDÌ NELLE SCUOLE DELLA CITTÀ LA GIORNATA DI SOLIDARIETÀ

Per l'intera giornata di domani i medici dell'azienda sanitaria saranno con con la clinica mobile in via Giolitti, nei pressi dello stadio Vallefuoco,  per gli screening gratuiti. Dalle 09 alle 18 tutti i cittadini potranno effettuare controlli gratuiti alla mammella, al collo dell'utero e al colon retto.

"La giornata di domani si inserisce nella campagna di prevenzione nei territori della Terra dei Fuochi - spiega il sindaco Luigi Sarnataro - Invito tutti gli uomini e le donne ad approfittare di questa opportunità, sottoponendosi ad una visita completa e totalmente gratuita. Ricordo che la prevenzione è uno strumento fondamentale per prevenire o identificare in tempo malattie gravi e meno gravi".

Mugnano, giovedì nelle scuole della città la Giornata di Solidarietà

Sarnataro: "In queste iniziative emerge la rete che abbiamo creato tra istituzioni, scuole e famiglie".

MUGNANO - Torna la Giornata della Solidarietà per le famiglie in difficoltà del territorio. L'iniziativa, promossa dal Comitato Genitori Scuole di Mugnano, dall'Amministrazione comunale e dalla Croce Rossa, si terrà giovedì mattina in tutte le scuole della città.

Leggi anche: LA MAGGIORANZA SARNATARO RISPONDE A CHIANESE: "SUL PIANO PER IL LAVORO LA NOSTRA È UNA SCELTA POLITICA"

Prima di iniziare le lezioni gli alunni, accompagnati dai loro genitori, potranno portare  a scuola generi alimentari da donare in beneficenza, che verranno lasciati ai volontari della Croce Rossa.

"Lo scopo di questa iniziativa - spiega il presidente del Comitato Genitori Ciro Ambrosini - è di far conoscere ai nostri figli, mediante la collaborazione delle famiglie, il significato di beneficenza e solidarietà".

I generi alimentari saranno poi distribuiti alle persone disagiate tramite l'ufficio politiche sociali del Comune. "Una bella iniziativa, per il secondo anno di seguito, che può regalare un sorriso e un aiuto concreto a chi vive un momento di precarietà economica - dichiara il sindaco Luigi Sarnataro - Ringrazio i dirigenti scolastici che in queste occasioni danno sempre il loro supporto, è in giornate come queste che emerge la rete che abbiamo creato tra istituzioni, scuole e famiglie"

Qualiano aveva 200 kg. di botti nel garage per festeggiare Capodanno

Denunciato il proprietario 35enne di Qualiano. Sequestrato il materiare stoccato nel garage dell'uomo.

I Carabinieri della Stazione di Qualiano hanno denunciato in stato di libertà per detenzione illegale di materiale esplodente un 35enne di via Campana già noto alle FFOO che nel corso di perquisizione domiciliare è stato trovato in possesso di circa 200 kg. di artifizi pirotecnici di produzione artigianale, per lo più composto dalle cosiddette “batterie di fuoco”.

Leggi ancheQUALIANO, I CARABINIERI ESEGUONO UN'ORDINANZA DI CUSTODIA CAUTELARE PER ESTORSIONE AGGRAVATA

Il materiale, illegalmente detenuto, era stato stoccato nel garage dell’uomo ed era verosimilmente destinato a essere utilizzato per i festeggiamenti di fine anno. I Carabinieri lo hanno sottoposto a sequestro e sarà distrutto da tecnici specializzati.

Marano di Napoli: Carabinieri arrestano 48enne, deve espiare pena per maltrattamenti in famiglia e altro

Si trovava a Marano quando i Carabinieri della stazione di Qualiano hanno proceduto all'arresto di un 48enne di Qualiano per reati commessi nel 2014

I Carabinieri della Stazione di Qualiano hanno rintracciato a Marano traendolo in arresto su via S. Rocco un 48enne di Qualiano già noto alle FFOO destinatario di un Ordine di Carcerazione emesso dalla Procura di Napoli Nord.

Dovrà espiare la pena residua di 2 anni e mezzo di reclusione poiché riconosciuto colpevole di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali commessi a Qualiano nel 2014.

Leggi anche: OPERAZIONE ANTIDROGA A NAPOLI E PROVINCIA: ORDINANZE CAUTELARI PER 24 PERSONE

L’arrestato è stato tradotto nella Casa Circondariale di Poggioreale.

Qualiano, i carabinieri eseguono un'ordinanza di custodia cautelare per estorsione aggravata

I Carabinieri della Compagnia di Giugliano hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di un 32enne residente a Qualiano.

10/12/2018 - Nella mattinata odierna, nell'ambito di indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, i Carabinieri della Compagnia di Giugliano hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa per estorsione aggravata dal metodo mafioso dal GIP del Tribunale di Napoli nei confronti di un uomo di anni 32 residente a Qualiano.

Le attività di indagine condotte dalla Stazione Carabinieri di Varcaturo sono scaturite dalla denuncia presentata da un imprenditore 42enne di Giugliano il quale a sua volta, nel 2016, era stato arrestato per una reati tributari commessi attraverso l’intestazione fittizia di numerose imprese commerciali di carpenteria metallica a lui riconducibili attraverso le quali aveva frodato il fisco per alcuni milioni di euro.

leggi anche: IL SERBATOIO DI "MONTELEONE" MERITA LO STESSO RISPETTO CHE SI DEVE AI DEFUNTI

L’odierno arrestato, che è uno dei prestanome indagato nello stesso procedimento, tra il marzo e l’ottobre di quest’anno aveva, attraverso biglietti minatori, messaggi e telefonate, richiesto ripetutamente denaro all’imprenditore, rivendicandolo come a lui spettante per aver concorso nel reato ed averne sofferto il successivo iter giudiziario, convincendolo alla fine a corrispondergli 200 euro, utilizzando la minaccia di appartenere al clan camorristico attualmente egemone a Qualiano.

Di seguito, tuttavia, le richieste estorsive si erano intensificate e l’uomo aveva richiesto a più riprese prima la somma di 20mila euro poi quella di 10mila, arrivando a presentarsi sotto casa dell’ex complice armato di una mazza da baseball, sfondando a calci la porta di ingresso e rivolgendo le medesime minacce alla suocera convivente dell’uomo che non si era fatto trovare.

La maggioranza Sarnataro risponde a Chianese: "Sul piano per il lavoro la nostra è una scelta politica"

La maggioranza che sostiene il Sindaco di Mugnano Luigi Sarnataro: "Alle parole preferiamo i fatti".

MUGNANO - In merito alle dichiarazioni diffuse a mezzo social, e poi riprese da alcuni giornali di stampa locale, del consigliere regionale Giovanni Chianese, la maggioranza targata Sarnataro chiarisce quanto segue:

Leggi anche: LA MAGGIORANZA SARNATARO RISPONDE A CHIANESE: "SUL PIANO PER IL LAVORO LA NOSTRA È UNA SCELTA POLITICA"

"Ringraziamo il consigliere regionale Chianese per averci informato, tramite un post su Facebook, delle possibilità offerte dal Piano per il Lavoro, emanato dalla Regione Campania. Nulla di cui non fossimo già a conoscenza, semplicemente la nostra amministrazione ha fatto una scelta diversa, che avremmo tranquillamente spiegato al consigliere qualora ci avesse chiesto delucidazioni. In tre anni e mezzo di amministrazione non è stato necessario emanare alcun concorso pubblico: le diverse assunzioni fatte sono state individuate, infatti, mediante regolare procedura di mobilità e scorrimento di graduatorie di concorso valide. In questo modo abbiamo assunto personale più giovane e preparato, migliorando l’efficienza della macchina comunale. Inoltre, pur non discutendo la bontà del Piano soprattutto per quei comuni dissestati o in difficoltà economica (che non sono pochi in Campania), il consigliere forse non sa che il Comune di Mugnano di Napoli è uno dei pochi con un bilancio florido, pertanto possiamo emanare autonome procedure di selezione pubblica, consentendo così alla Regione di potersi concentrare su altri comuni per aiutarli a selezionare i propri dipendenti. Riguardo alla presunta vanità, preferiamo parlare piuttosto di vanto. Già perché per noi è un vanto mostrare, anche tramite fotografie, i cambiamenti e i miglioramenti della nostra città. Del resto abbiamo sempre preferito i fatti alle semplici parole".

Villaricca, ritornano i mercatini di Natale di Armonie

Il 14 e 15 dicembre presso l’ex Ipab di via De Gasperi per un Natale davvero solidale.

Ormai è un appuntamento fisso quello che vede impegnati i diversamente abili del centro Armonie con i mercatini solidali. Giunto alla quarta edizione il Natale in ArmoniE vede impegnati in prima linea i diversamente abili ospiti della struttura in via De Gasperi.

Come ogni anno i ragazzi hanno realizzato le scenografie ed i manufatti natalizi in vedita, il cui ricavato sarà devoluto interamente a finanziare le attività del Centro: dai laboratori di arti grafiche, alla ceramica, al riciclo creativo fino alla psicomotricità ed il teatro.

Venerdì 14 dicembre, dunque, a partire dalle 10:30 l’ex Ipab di Villaricca si trasformerà in uno splendido regno natalizio - con musica e stand gastronomici - pronto ad aprire le porte a chiunque vorrà respirare aria di solidarietà e pace, come quella che solo i ragazzi di Armonie sanno dare.

Venerdì mattina saranno inoltre premiati i primi tre classificati al concorso intercomunale ‘Poesie per ArmoniE’ che quest’anno aveva come tema l’integrazione. In serata a regalare ore di sinfonica spensieratezza saranno le strepitose voci del “The Mighty Choir” diretti dal M° Enrico Rispoli a partire dalle 19 nell’antica corte del palazzo di Armonie.

Un occasione unica, per regalarvi il vero spirito del Natale e fare un regalo davvero solidale. Sabato 15 i mercatini si sposteranno in piazza Maione, unendosi alle iniziative natalizie promosse dall’amministrazione comunale di Villaricca.

Villaricca, Inquinanti ambientali e salute umana

Presso la scuola "Giancarlo Siani" di Villaricca affrontate le nuove sfide e proposte operative per comprendere gli effetti degli inquinanti sulla salute.

Di notevole importanza il convegno organizzato presso l’Istituto Comprensivo Giancarlo Siani di Villaricca. Affrontato il tema degli inquinanti ambientali e salute umana con uno sguardo alla nuove sfide e proposte operative.

Al convegno, organizzato con il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, hanno preso parte il Sottosegretario Salvatore Micillo, la Senatrice (M5S) Maria Domenica Castellone, l’Europarlamentare (M5S) Isabella Adinolfi, le Consigliere regionali (M5S) Valeria Ciarambino e Maria Muscarà e la Dott.ssa Teresa Verde, ecotossicoloca dell’ARPAC principale relatrice alla manifestazione.

Ad aprire la serata con un breve saluto il Sottosegretario Micillo che ha lasciato poco dopo la sala per far rientro a Roma in treno.

Ampio spazio è stato dato alla relazione della Dott.ssa Verde la quale ha spiegato che è necessario introdurre nello studio degli inquinanti un nuovo approccio che supera quello analitico in senso stretto attraverso la pura e semplice analisi chimica, ma è necessaria un approccio ecologico, tenendo in considerazione l’intero sistema ambiente nel quale valgono gli scambi e le connessioni tra tutti gli esseri viventi.

Nuovi protocolli quindi per gli effetti dei tossici sulla salute umana. Alla tradizionale analisi di tipo chimico va affiancato lo studio degli effetti - cronici o acuti - sugli organismi viventi, siano essi animali o vegetali e come la sostanza tossica interagisce con essi anche dopo che è passata attraverso ulteriori organismi.

Ci sono, infatti, particolari tipi di inquinanti che in ecologia, tossicologia e biologia si dicono bioaccumulabili e biomagnificabili.

Il bioaccumulo è, in tossicologia, infatti, un processo attraverso cui sostanze tossiche inquinanti si accumulano, all’interno di un organismo in concentrazioni, in concentrazioni superiori a quelle riscontrate nell’ambiente circostante. Appartengono a queste giusto per citarne alcuna a titolo esemplificativo ma certamente non esaustivo il DDT, furani e diossine.

La biomagnificazione in ecologia, invece, è un processo per cui il bioaccumulo di sostanze tossiche all’interno degli esseri viventi aumento di concentrazione man mano che risale lungo una catena trofica (catena alimentare). Un predatore di vertice avrà certamente una concentrazione di sostanze tossiche all’interno del corpo superiore rispetto al predatore di livello inferiore.

Tali concentrazioni di sostanze hanno un effetto sull’intero organismo. Il nuovo approccio va a contemplare questi effetti per poi fornire importanti informazioni al campo medico per eventuali cure.

Interessante è stato definito l’intervento della Dott.ssa Verde dalla Senatrice Castellone che nel recente passato, prima di essere eletta al Senato della Repubblica, si è occupata di ricerca oncologica ed oggi relatrice della legge attualmente all’esame della Camera dei Deputati che istituisce l’obbligatorietà del registro dei tumori.

La Castellone ha inoltre posto un importante accento proprio sulle neoplasie che, attraverso lo strumento del registro, possono essere studiate meglio per migliorare anche gli interventi medici, soprattutto avere una visione chiara sull’incidenza di queste nelle varie tipologie nelle diverse zone d’Italia.

Sottoscrivi questo feed RSS