Log in
24-Sep-2018 Aggiornato alle 18:01 +0200

A Pozzuoli il festival delle "voci emergenti"

  • Scritto da Nota stampa, Comune di Pozzuoli
  • Pubblicato in Cultura
  • 0 commenti

L'evento si terrà il 14 settembre alle ore 21:00 a Piazza a Mare a Pozzuoli.

Un vero e proprio festival delle voci emergenti, con artisti, cantanti e gruppi canori e musicali. "Incandescenze: Musiche e suoni sotto il vulcano" è l'evento organizzato dall'amministrazione comunale di Pozzuoli e programmato per venerdì 14 settembre alle ore 21 in Piazza a Mare.

Saranno 13 i solisti e i gruppi emergenti che si esibiranno dopo aver risposto alla manifestazione di interesse pubblicata sul sito istituzionale del Comune. La serata era prevista in un primo momento per il 15 agosto, ma fu rinviata per solidarietà nei confronti della città di Genova dopo il tragico crollo del ponte Morandi.

Leggi anchePOZZUOLI, A UN ANNO DALLA TRAGEDIA, UN MESSA PER RICORDARE LE VITTIME DELLA SOLFATARA

Questi i nomi degli artisti che si esibiranno: Deborah Panella, Antonella Mazzella, Anita Orfano, Valerio Bruner, Federica Peluso, Gena, Lyz Tiger Band (gruppo musicale), Andrea Catuogno, Lorenzo Girotti, Mariano Ruggiero, Antonio Cacciuttolo, Eyael Campi Flegrei Academy (coro), Angelo's Angels (gruppo). Ognuno di loro proporrà due brani. La serata sarà presentata da Mino Monelli.

«È una iniziativa che rivolgiamo ai giovani e agli emergenti del territorio – dice l'assessore alla Cultura del Comune di Pozzuoli Maria Teresa Moccia Di Fraia –. Molta creatività ed ottimi professionisti si manifestano puntualmente nei Campi Flegrei, trovando talvolta affermazione e successo altrove: offriamo pertanto una vetrina per far conoscere il vivaio di interpreti e musicisti che sono attivi dalle nostre parti, un palcoscenico in una sera di fine estate per scovare voci nuove che - perchè no? - possano trovare un trampolino di lancio. Inizialmente la manifestazione d'interesse che abbiamo rivolto è partita in sordina, poi è cresciuta con l'entusiasmo e la partecipazione di molti. Ci auguriamo pertanto che l'opinione pubblica possa seguire con curiosità questa manifestazione che potrebbe anche diventare un appuntamento fisso».