Log in
21-Oct-2017 Aggiornato alle 18:34 +0200

Pozzuoli, Alto impatto dei Carabinieri sull'area flegrea: ecco i risultati

Pozzuoli, Alto impatto dei Carabinieri sull'area flegrea: ecco i risultati Foto: carabinieri - Sequestro droga

“Alto impatto” dei Carabinieri della Compagnia di Pozzuoli. Sequestri e arresti. Chiuso bar ritrovo di pregiudicati; sequestrate pedane abusive di un ristorante sugli scogli e sospeso un lido. Chiesto daspo urbano per 2 parcheggiatori abusivi

Pozzuoli. Controllo straordinario del territorio da parte dei Carabinieri della Compagnia di Pozzuoli. Sono stati arrestati per detenzione di droga a fini di spaccio 2 incensurati di bacoli: G. I., 19enne e A. C., 18enne. Controllati dai militari, sono stati trovati in possesso di 32 grammi di marijuana, una pistola a salve priva del tappo rosso, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento dello stupefacente, che nascondevano in tasca e in un nascondiglio.

Sempre a Bacoli sono stati arrestati per detenzione di droga a fini di spaccio i coniugi L. C. D. R., 39enne, già noto alle forze dell'ordine e A. P., 30enne: in casa nascondevano 4 involucri contenenti 125 grammi di marijuana, 5 dosi di cocaina, quasi 400 euro in contante, 3 bilancini elettronici e materiale per il confezionamento dello stupefacente. Dopo le formalità di rito sono stati tradotti nelle carceri di Poggioreale e Pozzuoli.

Ancora a Bacoli e ancora detenzione a fini di spaccio: arrestati i fidanzati M. A., 35enne, già noto alle forze dell'ordine e F. F., 27enne, incensurata. Controllati su via miliscola, nei pressi di un ristorante, il 35 enne è stato trovato con una dose di marijuana e 700 euro in contante; a casa sono stati trovati altri 45 grammi di marijuana e 2 bilancini. La perquisizione a casa della 27enne ha poi portato al rinvenimento e sequestro di 15 panetti di hashish. dopo le formalità di rito lui è stato tradotto a Poggioreale, mentre lei ai domiciliari.

Durante il servizio sono scattati anche altri arresti:

  • D. S., 24enne, ucraino domiciliato a Monte di Procida è stato arrestato per istigazione alla corruzione e resistenza a un p.u. sorpreso su via Lido Miliscola alla guida di un piaggio free senza targa, ha offerto denaro ai Carabinieri per indurli a non procedere a norma di legge, arrivando poi a minacciarli. lo scooter è stato sottoposto a fermo amministrativo e l’arrestato è stato tradotto in carcere.
  • Tratto in arresto anche il 36enne S. B., raggiunto da un’ordinanza di custodi cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Napoli che gli ha revocato gli arresti domiciliari a seguito di numerose violazioni al regime di favore. è stato tradotto a Poggioreale.
  • A. C., un 44enne di Quarto già noto alle forze dell'ordine, è stato raggiunto da un cumulo pene emesso dalla Procura di Milano a seguito di 10 furti commessi nel gennaio 2014 nella provincia milanese. È stato tradotto a Poggioreale.
  • N. R., un 34enne di Pozzuoli già noto alle forze dell'ordine è stato arrestato in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura Generale di Napoli in forza del quale dovrà espiare 3 anni e 4 mesi di reclusione per tentato furto, ricettazione e estorsione. È stato tradotto a Poggioreale.

Nel corso dei controlli sono stati inoltre denunciati 11 soggetti: 3 per guida senza patente, 2 per omessa custodia di cose sottoposte a sequestro, 6 per guida in stato di ebrezza, uno per detenzione di hashish a fini di spaccio, uno per commercio di mitili in cattivo stato di conservazione (a pozzuoli su via domitiana esponeva in vendita 18 kg. di mitili su un tavolo di plastica a margine della strada esposti a polvere e smog).

Denunciata infine per violazioni in materia edilizia una 43enne di Pozzuoli che in qualità di legale rappresentante di un ristorante aveva realizzato sulla scogliera antistante l’attività 3 pedane coperte adibite al posizionamento dei tavoli, senza alcun titolo autorizzativo. L’area è stata sottoposta a sequestro.

Segnalati alla prefettura di napoli 9 soggetti trovati in possesso di marijuana, hashish, cocaina e crack per uso personale. Avviato il procedimento per il rimpatrio e l’ingiunzione a non far ritorno a Pozzuoli a carico di 4 soggetti già noti alle forze dell'ordine, tutti di Napoli.

Richiesta anche l’adozione del daspo urbano nei confronti di 2 individui sorpresi a esercitare abusivamente l'attività di parcheggiatore o guardiamacchine a Bacoli: sono un 49enne e un 36enne, entrambi di Bacoli e già noti alle forze dell'ordine.

È stato infine avviato il procedimento amministrativo per la chiusura di un bar nel centro di Bacoli poiché i militari hanno riscontrato che si tratta di un ritrovo abituale di pregiudicati.

Con il supporto dei Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro e del N.A.S. è stata sospesa l’attività di uno stabilimento balneare di Bacoli che teneva alle proprie dipendenze 6 lavoratori “a nero”.

Numerose anche le violazioni al codice della strada contestate: più di 40, per mancanza di assicurazione, mancanza di revisione, mancata esibizione dei documenti di circolazione e assicurativi, guida senza cinture, guida senza patente, utilizzo del telefonino e guida con veicolo sottoposto a sequestro amministrativo.

Redazione

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.