Connect with us

News

Bacoli: la particella della discordia

Published

on

Foto Nota Stampa

Il Sindaco dovrebbe evitare che soluzioni – anche giuste – ad un problema ne creino altri

La “particella 622”, il tratto di Casevecchie che va dalla foce alla Finanza, è la “particella” della discordia.
Questo perché il TAR del 25 ottobre 2018 ha giudicato che l’arenile spetta non al “Centro ittico” – di cui le attività esistenti dagli anni ‘80 erano concessionarie – ma al Comune.Comune il cui Consiglio del 30 aprile ha deciso che “l’area manterrà destinazione ad uso pubblico, ovvero arenile libero; non verranno fatti bandi né concessioni; si provvederà al ripristino dello stato dei luoghi con sgombero degli occupanti ed eliminazione dei manufatti”.

Noi che difendiamo i beni comuni, condividiamo lo “spirito” di questa decisione soprattutto se finalizzata a ripristinare la legalità e recuperare ai cittadini spazi che oggettivamente oggi fanno schifo.

Non ci convince però l’Amministrazione quando – nell’attuazione di questo indirizzo – fa di “tutt’erba un fascio” e non distingue in una realtà complessa fatta da più attività, alcune diverse dalle altre.

Alcune infatti hanno prodotto degrado, altre non hanno allargato la “baracca” ma presentato – ben prima dei fatti recenti – progetti di bonifica ignorati dal Comune.

Alcune che si atteggiano a “padrone” della spiaggia, altre hanno accettato di sgomberare e di pagare i lavori pur di continuare a lavorare – anche tramite bando – solo i mesi estivi.Alcune che non hanno pagato le tasse, altre che l’hanno fatto e lo continuano a fare nonostante la rescissione del loro contratto col CIC – anno 2017 – che invece continua – a che titolo ? – a introitare.

Chi depreda, deturpa, specula, evadendo le tasse e sfruttando il lavoro, va fermato ma non si possono ignorare del tutto quelle attività che rispettano il mare, che pagano le imposte, che tengono i ragazzi “a posto”, lavoratori che rischiano di trovarsi in mezzo una strada.

Queste richieste – reiterate da alcuni operatori – di buttare giù i manufatti e riqualificare – a proprie spese – l’area pur di tutelare o riconvertire i posti di lavoro, non sono state finora accolte.

Così però la delibera n. 53 – di cui abbiamo premesso l’importanza e di cui approviamo lo “spirito” – diventa solo l’ennesimo strumento del Sindaco per diffondere anatemi e raccogliere like.La capacità politica-amministrativa di un Sindaco dovrebbe infatti essere quella di evitare che una soluzione – anche giusta – ad un problema ne crei altri.

Nota Stampa Associazione Il Pappice

News

Il Comune di Villaricca sciolto per infiltrazioni camorristiche

Published

on

comune di villaricca

Lo scorso 28 dicembre il Ministero dell’Interno aveva nominato una commissione di indagine per verificare la sussistenza di tentativi di infiltrazione

I cittadini di Villaricca stavano attendendo da mesi la risposta della commissione di ingadine del Ministero dell’Interno, guidata da Luciana Lamorgese.L’indagine, iniziata il 28 dicembre 2020, è ufficialmente chiusa. Il Ministero dell’Interno ha ufficialmente sciolto per infiltrazioni camorristiche l’ente comunale di Villaricca guidato dalla coalizione di centrosinistra di Maria Rosaria Punzo.

Poco fa il Consiglio dei Ministri ha ratificato lo scioglimento, per la durata di 18 mesi, del Consiglio comunale di Villaricca e il contestuale affidamento della gestione del Comune a una Commissione straordinaria. La cittadina subisce un altro duro colpo, dopo il commissariamento finanziario iniziato nell’ottobre 2018, il quale attualmente si sta occupando della liquidazione, della gestione e dell’indebitamento pregresso e dei provvedimenti per l’estinzione dei debiti dell’ente.

Il commissariamento del Comune di Villaricca fa slittare l’imminente giro elettorale locale e apre un forte crisi politica nella cittadina.

Continue Reading

News

Contrabbando a Napoli, trovati in un palazzo 114kg di bionde

Published

on

Erano nell’androne di un palazzo in via Pietro Antonio Lettieri; in totale 569 stecche di sigarette senza marchio del monopolio di Stato

Gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, passando in via Pietro Antonio Lettieri, hanno notato due persone nei pressi di uno stabile. I due appena hanno visto la pattuglia si sono dileguati nelle strade adiacenti.

I poliziotti, insospettiti da tale comportamento, sono entrati nel palazzo ed hanno trovato alcuni scatoloni nell’androne.

All’interno delle scatole 569 stecce di sigarette tutte senza il marchio del Monopolio di Stato, per un peso di circa 114 chili. Quanto rinvenuto è stato sequestrato. A diffondere il ritrovamento la Questura di Napoli

Continue Reading

News

Gestione illecita di rifiuti a Mugnano del Cardinale: denunciata 50enne

Published

on

Carabinieri Forestali vettura 2

Le fondo di proprietà di una 50enne di Mugnano del Cardinale, accertato dai Carabinieri la presenzza di rifiuti speciali pericolosi

Permane alta in Irpinia l’attenzione dei Carabinieri del Gruppo Forestale nella pianificazione ed attuazione dei servizi finalizzati all’accertamento di violazioni connesse alla tutela dell’ambiente e della salute pubblica.

I Carabinieri della Stazione Forestale di Monteforte Irpino hanno denunciato in stato di libertà una 50enne di Mugnano del Cardinale, ritenuta responsabile di “Gestione illecita di rifiuti”.

Nello specifico, all’esito del controllo eseguito presso un fondo agricolo di Mugnano del Cardinale, i Carabinieri hanno accertato il deposito incontrollato di rifiuti speciali pericolosi, consistenti in numerosi rottami metallici, veicoli fuori uso non bonificati, scarti di lavorazione della plastica e della vetroresina nonché pneumatici fuori uso.

L’intera area è stata posta sotto sequestro ed a carico della proprietaria del terreno è scattato il deferimento in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino.

Nota stampa Comando Provinciale Carabinieri Avellino

Continue Reading

News

Somministrazione di bevande alcoliche a minori: barista denunciato

Published

on

Foto Nota Stampa

Oltre alle denuncia per il titolare dell’esercizio è scattata la chiusura dell’attività commerciale

Proseguono i controlli disposti dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino contro la vendita illegale di alcool ai minori.

Dopo le sanzioni pecuniarie e la chiusura di alcuni esercizi, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Montella hanno denunciato il titolare di un bar di Cassano Irpino, ritenuto responsabile del reato di Somministrazione di bevande alcooliche a minori.

I fatti per i quali l’accertamento ha portato alle contestazioni risalgono alla scorsa settimana quando un ragazzo, dopo aver accusato un malore, era stato ricoverato all’ospedale di Sant’Angelo dei Lombardi per “Intossicazione acuta da alcool”.

Le informazioni raccolte dai militari hanno consentito di localizzare l’esercizio dove il minore di un comune limitrofo aveva acquistato le bevande alcoliche, vendute senza accertarsi dell’età, poi consumate con alcuni amici.

Oltre alle previste sanzioni amministrative (anche per l’inosservanza delle norme per il contenimento della diffusione del Covid-19) con la conseguente chiusura dell’attività commerciale, per il titolare dell’esercizio è scattato il deferimento in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino.

Il consumo di alcolici è un fenomeno sempre più diffuso tra i giovanissimi, che eccedono nel bere fino a stare male. La vigilanza dei Carabinieri si pone come importante strumento di contrasto volto ad impedire la vendita di prodotti alcolici ai minorenni soprattutto nei luoghi della movida e dell’intrattenimento giovanile quali discoteche, locali notturni, pub e bar. All’azione di repressione, tuttavia, è fondamentale affiancare anche un’attività preventiva di informazione sui rischi, anche gravi, che l’alcol ha sulla salute.

Nota Stampa Carabinieri

Continue Reading

News

Ischia, pesca di frodo: denunciati 3 subaquei e 17 sanzioni

Published

on

Controlli dei Carabinieri subacquei

Sequestrati 4 fucili e 8 aste in acciaio; rinvenute reti piazzate illegalmente; sanzionati due centri di immersioni e 11 natanti.

Controlli in mare dei Carabinieri di Ischia. A bordo dell motovedette hanno pattugliato il golfo dell’isola. Hanno riposto particolare attenzione nel controllo delle aree marine protette.

Fondamentale la collaborazione del Nucleo Subacquei di Napoli. Imilitari dell’arma proprio “nel regno di Nettuno”, parco marino protetto e quindi soggetto a tutela, hanno denunciato 3 subaquei per pesca di frodo.

Rimozioni delle reti illegali

Hanno sequestrato 4 fucili e ben 8 aste di acciaio. Rinvenute, inoltre, numerose reti illegalmente piazzate sott’acqua e potenzialmente dannose non solo per la fauna ma anche per la flora marina.

Notificate 6 sanzioni amministrative a 2 centri di immersione attivi sull’isola per violazione della normativa che regola le immersioni in aree protette.

11, invece, le contravvenzioni elevate ad altrettanti natanti per velocità oltre i limiti consentiti sotto costa, per mancanza di documenti di bordo, per assenza di dotazioni di sicurezza e mancanza di autorizzazione all’ancoraggio. A diffondere la notizia dei controlli la sala stampa del Comando Provinciale Carabinieri Napoli

Continue Reading

News

Controlli a Napoli: 1 arresto e 3 denunce

Published

on

Controlli Carabinieri
Foto Archivio

Non sono mancate le contravvenzioni al Codice della strada: oltre 40 le violazioni accertate per oltre 14mila euro di multe

Non si ferma l’attività di presidio sul territorio dei Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli che in queste ore hanno setacciato la periferia orientale della città con posti di controllo e perquisizioni.

In campo i militari della compagnia di Poggioreale e del Reggimento Campania.

In manette C.D.F., 31enne di San Giovanni a Teduccio, arrestato in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Nola. Dovrà scontare 2 anni e 4 mesi di reclusione per spaccio di droga commesso nel 2020 nel comune di Castello di Cisterna. E’ ora nel carcere di Poggioreale.

Un 22enne è stato denunciato per violazione dell’avviso orale mentre sono 2 quelli segnalati all’Autorità giudiziaria per guida senza patente. 2 anche le persone sanzionate per uso personale di stupefacenti. Non sono mancate le contravvenzioni al cds: oltre 40 le violazioni accertate per oltre 14mila euro di multe. I controlli continueranno anche nei prossimi giorni.

Continue Reading

Trending

"Punto!" il Web Magazine - Fondato nel 2011 da Vincenzo Perfetto (Direttore Editoriale) e Carmine Sgariglia (Direttore Responsabile). Edito dall'Associazione Culturale PuntoGiovani Qualiano. Registrazione Tribunale di Napoli n° 31 del 30 marzo 2011. Copyright © 2021 - Punto! il Web Magazine | Privacy