Connect with us

News

Napoli, arrestate 7 persone legate al clan camorristico De Luca Bossa

Published

on

Il Giudice per le indagini preliminari ha emesso una ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di tutti gli indagati

Il Comando Provinciale Carabinieri di Napoli e la Squadra Mobile della Questura di Napoli hanno eseguito due fermi di indiziato di delitto disposti dalla Direzione Distrettuale Antimafia nei confronti di 7 persone legate al clan camorristico DE LUCA BOSSA gravemente indiziati del reato di estorsione aggravata dal metodo mafioso ed al fine di agevolare l’organizzazione di appartenenza.

I due provvedimenti riguardano, rispettivamente, un’estorsione commessa nell’ambito della gestione delle abitazioni di edilizia popolare e un tentativo di estorsione continuata nei confronti di un imprenditore.

In particolare, il primo decreto di fermo, eseguito dalla Squadra Mobile di Napoli, è stato emesso nei confronti di tre indagati, DE LUCA BOSSA Umberto, attuale reggente dell’omonimo clan, BOCCARDI Roberto e SORRENTINO Mario, che hanno richiesto ad una donna la somma di denaro di 5000 € quale prezzo per conservare il possesso dell’alloggio popolare nel quartiere Ponticelli in cui viveva con il figlio minore.

A seguito delle minacce ricevute, non disponendo della somma di denaro, la vittima è stata costretta ad allontanarsi per evitare ulteriori ritorsioni.

Il secondo provvedimento, eseguito dalla Compagnia dei Carabinieri di Torre del Greco e dalla Tenenza di Cercola, è stato emesso nei confronti di 4 indagati -BONITO Eugenio; DE LUCA BOSSA Giuseppe, esponente dell’omonimo clan, AMITRANO Domenico e FICO Carmine-, e riguarda un tentativo di estorsione continuato commesso nei confronti di un imprenditore che dopo aver subito in data 9 settembre gravi danni alla propria concessionaria di autovetture, a causa dell’esplosione di un ordigno artigianale, ha ricevuto una richiesta estorsiva di 50.000,00 euro.

Il Giudice per le indagini preliminari ha emesso una ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di tutti gli indagati.

Nota Stampa Carabinieri

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Carlo Sibilia: Nuova sede Vigili del Fuoco a Giugliano in immobili sequestrati

Published

on

Affidato dal Prefetto Corda ai Vigili del Fuoco il bene confiscato sul territorio di Giugliano che diventerà un nuovo distaccamento

Un altro passo avanti per il tanto agognato distaccamento dei Vigili del Fuoco a Giugliano. Un discaccamento che per la strategicità della struttura dove sorgerà servirà a più comuni.

“Quest’oggi ho ricevuto dal prefetto Bruno Corda, direttore dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità, la notizia della consegna ufficiale al corpo nazionale dell’immobile individuato come sede del distaccamento permanente dei Vigili del Fuoco a Giugliano in Campania”. Così il sotto segretario al Ministero dell’Interno Carlo Sibilia ha dichiarato all’agenzia Nova.

“Dopo i necessari lavori di adeguamento strutturale diverrà la nuova casa dei Vigli del Fuoco. Ci aspettiamo che in breve tempo l’amministrazione comunale individui una sede provvisoria che, in attesa che l’immobile sottratto alla criminalità organizzata sia pronto, accolga sin da inizio anno il nuovo distaccamento. La scelta dell’immobile ha un valore fortemente simbolico anche per le sue caratteristiche strutturali: esso ricade all’interno di una vera e propria cittadella della legalita’ che gia’ ospita la Guardia di Finanza.”, ha proseguito Sibilia.

Un segnale forte del governo alla criminalita organizzata: lì dove si facevano affari sporchi oggi trova casa la legalità. Un segnale – ha concluso il Sottosegretario Sibilia – di grande attenzione verso la terra dei Fuochi, che dal 2021 avrà a Giugliano un presidio che anche logisticamente migliorera’ il lavoro dei Vigili del Fuoco”.

“Un sogno che si avvera. Sono oltre 30 anni che questo territorio attende un presidio dei Vigili del Fuoco quale avamposto per spegnere la terra dei fuochi e farla diventare di nuovo campania felix”. Così ha dichiarato al “Punto!” il deputato M5S Salvatore Micillo.

Adesso i prossimi passi saranno gli adeguamenti strutturali che di certo l’immobile dovrà subire. Nel frattempo si può solo sperare che tutti gli iter procedano senza intoppi per il bene del territorio.

Continue Reading

News

Il Comune di Monte di Procida ricorda la giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità

Published

on

Foto Nota Stampa

Il Comune di Monte di Procida vuole ricordare questo importante momento e mostrare la massima vicinanza verso coloro che sono affetti da disabilità

Domani giovedì 3 dicembre ricorre la Giornata Internazionale dei Diritti delle Persone con Disabilità, il Comune di Monte di Procida vuole ricordare questo importante momento e mostrare la massima vicinanza verso coloro che sono affetti da disabilità e verso le loro famiglie.

Il Comune di Monte di Procida e i Servizi Sociali sono da sempre accanto ai propri disabili e a tutte le associazioni attive sul territorio e in prima linea nell’organizzazione di tante iniziative volte a realizzare momenti di inclusione sociale fondamentali per tutti. 

Tante le attività svolte sul territorio e che hanno sempre registrato una grande partecipazione e soprattutto hanno cercato di realizzare di fatto, una rimozione degli ostacoli architettonici, culturali e sociali. 

Per via dell’attuale recrudescenza dell’emergenza pandemica non sarà possibile svolgere il consueto evento del 3 dicembre, come si era soliti fare, ma il Comune di Monte di Procida vuole evidenziare in maniera importante, che nonostante le necessaria distanza provocata dalle restrizioni anti Covid-19, il sostegno ai propri disabili, alle loro famiglie e a tutte le associazioni continua ogni giorno e con maggiore attenzione soprattutto in questo frangente così singolare.

Nota Stampa Comune di Monte di Procida

Continue Reading

News

Elude il pedaggio autostradale per sei anni: denunciato un 52enne

Published

on

Polizia stradale
Foto Archivio

I poliziotti, da un’attenta analisi dei fotogrammi, hanno individuato il numero di targa risalendo al proprietario

Gli agenti della Sottosezione Autostradale della Polizia Stradale di Fuorigrotta, a seguito di una querela della società Tangenziale di Napoli S.p.A. per l’elusione del pagamento del pedaggio autostradale dal mese di novembre del 2014 al mese di agosto del 2020, hanno accertato che il conducente di un motociclo, al momento del transito nelle piste Telepass, aveva coperto parzialmente la targa con scotch adesivo o del fango.

I poliziotti, da un’attenta analisi dei fotogrammi, hanno individuato il numero di targa risalendo al proprietario e utilizzatore dello scooter, un 52enne napoletano, che è stato denunciato per insolvenza fraudolenta.

Nota Stampa Questura di Napoli

Continue Reading

Trending

"Punto!" il Web Magazine - Fondato nel 2011 da Vincenzo Perfetto (Direttore Editoriale) e Carmine Sgariglia (Direttore Responsabile). Edito dall'Associazione Culturale PuntoGiovani Qualiano. Registrazione Tribunale di Napoli n° 31 del 30 marzo 2011. Copyright © 2020 - Punto! il Web Magazine | Privacy