Connect with us

Politica

Adinolfi: da 3 anni, a Salerno, non c’è il garante per la tutela degli animali

Published

on

Isabella Adinolfi trasporto aereo animali
Foto Archivio

Europarlamentare del Movimento 5 Stelle Isabella Adinolfi : “senza questa figura, difficile promuovere campagne di sensibilizzazione”

“Da 3 anni, al Comune di Salerno, non c’è più il garante per la tutela degli animali. Una figura importante, istituita nel 2014 dall’allora sindaco Vincenzo De Luca nell’ambito del regolamento comunale di tutela degli animali, che ha svolto il ruolo di raccordo tra Palazzo di Città e le varie associazioni che sul territorio si occupano della tutela degli animali. E’ necessario provvedere a colmare questo vuoto con la nomina immediata di un nuovo garante”.

Interviene così l’europarlamentare salernitana del Movimento 5 Stelle, Isabella Adinolfi, in merito alla vacatio, lunga ormai tre anni, della figura del garante per la tutela degli animali nella città di Salerno.

“Senza questa figura, che funge concretamente da collante tra l’Amministrazione, le associazioni animaliste e i cittadini, diventa difficile anche promuovere iniziative e campagne di sensibilizzazione – aggiunge l’on. Adinolfi In occasione dell’estate, ancora di più, si avverte l’esigenza di riavere una figura essenziale, come quella del garante, per contrastare alcuni tristi fenomeni, come quello dell’abbandono”.

“Purtroppo, ancora oggi, c’è poca sensibilità sulla tutela degli animali e quest’inerzia salernitana lo conferma – conclude l’europarlamentare salernitana – Mi auguro che si provveda subito alla nomina del nuovo garante, che tra l’altro ricopre tale incarico gratuitamente, per riprendere quel percorso cominciato nel 2014”.

Nota Stampa europarlamentare del Movimento 5 Stelle, Isabella Adinolfi

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Disservizi CTP, il sindaco di Pozzuoli: cittadini penalizzati. La Città Metropolitana intervenga con concretezza!

Published

on

sindaco di pozzuoli Vincenzo Figliolia

“E mi auguro anche anche l’Eav risolva i suoi problemi”. Così il Primo cittadino Puteolano Vincenzo Figliolia in una nota stampa

«I trasporti della CTP sembrano non riuscire a venire fuori da problemi ormai atavici. Ancora una volta centinaia di cittadini sono lasciati a piedi a causa dei disservizi e delle difficoltà economiche della compagnia. La Città metropolitana è completamente assente, o quantomeno spettatore passivo davanti ad una crisi senza precedenti. Ho investito di tale problematica anche i vertici napoletani del Partito democratico: Pozzuoli non può restare fuori dai collegamenti cittadini e con il resto della provincia. S’intervenga e presto».

Lo dichiara il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia, auspicandosi che si trovi quanto prima una soluzione «a tutela degli utenti, e degli stessi lavoratori della Ctp che, per l’ennesima volta, non starebbero percependo lo stipendio. Scriverò anche al Prefetto di tale disagio vissuto dai miei concittadini – ha aggiunto il primo cittadino – molti dei quali impossibilitati a raggiungere i luoghi di lavoro. Siamo stanchi di subire le inefficienze altrui!»

Per quanto riguarda l’Eav, che pure sta vivendo momenti di difficoltà, il sindaco Figliolia si augura che «il presidente Umberto De Gregorio possa trovare quanto prima una soluzione per il proprio personale in modo che, soprattutto in questo periodo, non si penalizzino i tanti pendolari del mare, oltre coloro che utilizzano Cumana e Circumflegrea per recarsi a lavoro”.

Nota stampa Comune di Pozzuoli

Continue Reading

Politica

Whirlpool, Nappi “Stanchi di chiacchiere, governo si concentri su lavoratori”

Published

on

Severino Nappi
Foto Archivio

Severino Nappi (Lega): “La credibilità di un governo si misura con la sua capacità di risolvere le questioni”

 “Caro Ministro Patuanelli, dalle nostre parti, a chi racconta favolette come lei si ricorda che “chiacchiere e tabacchere il Banco di Napoli non le prende in pegno”. E qui sono 2 anni che invece Di Maio prima e poi lei continuate a presentare improbabili e strampalate proposte che servono solo a prendete in giro i 430 lavoratori della Whirlpool di Napoli, ormai stanchi di ascoltarle”.

Così in una nota Severino Nappi, Lega Campania, che aggiunge: “La credibilità di un governo si misura con la sua capacità di risolvere le questioni. E quella della Whirpool, come purtroppo di tutte le altre crisi industriali del Sud in particolare, ne è l’ennesima dimostrazione. Tempi, coperture, costi sociali, il governo non è riuscito ad ottenere nulla di concreto”. “Per garantire l’occupazione nella nostra Regione, oltre a una classe dirigente capace, occorre puntare sulla semplificazione della burocrazia, una legge anti-delocalizzazioni che obblighi le multinazionali al rispetto dei piani industriali, sull’abbassamento del costo del lavoro e la realizzazione di un’area tax free. Il Governo lasci da parte i proclami e si concentri sui bisogni dei lavoratori”, conclude poi

Nota Stampa Severino Nappi

Continue Reading

Politica

Migranti, Nappi (Lega) “Rischio è tragedia sanitaria, governo intervenga”

Published

on

severino nappi
Foto Archivio

Severino Nappi (Lega): “Il governo metta in campo iniziative serie per evitare che episodi come questi si possano ripetere”

“L’immigrazione irregolare non rappresenta più solo un problema di sicurezza, ma rischia di trasformarsi in una tragedia sanitaria. Lo dimostra il fatto che otto sbarcati dalla nave dei centri sociali, Ong Mare Jonio, sono risultati positivi al Coronavirus. Il governo metta in campo iniziative serie per evitare che episodi come questi si possano ripetere anche in previsione di una possibile ondata di ritorno in autunno”.

Lo scrive in una nota Severino Nappi, Lega Campania.

Nora Stampa Severino Nappi

Continue Reading

Trending

"Punto!" il Web Magazine - Fondato nel 2011 da Vincenzo Perfetto (Direttore Editoriale) e Carmine Sgariglia (Direttore Responsabile). Edito dall'Associazione Culturale PuntoGiovani Qualiano. Registrazione Tribunale di Napoli n° 31 del 30 marzo 2011. Copyright © 2020 - Punto! il Web Magazine | Privacy