Connettiti con noi

Politica

Benevento, Giunta vara misure per sostenere attività produttive

Pubblicato

il

palazzo Paolo v
Palazzo Mosti - Benevento - Foto: Archivio

Le misure adottate dalla Giunta di Benevento sono per sostenere le attività produttive e la tenuta sociale alla luce dell’emergenza Covid-19.

Benevento, 17 marzo 2020 – La Giunta comunale, presieduta dal sindaco Clemente Mastella e alla presenza degli assessori Romano e Coppola (mentre gli altri assessori erano collegati in videoconferenza), ha deliberato oggi un pacchetto di misure a sostegno delle attività produttive e della tenuta sociale alla luce dell’emergenza Covid-19 in atto. Di seguito le misure deliberate dalla Giunta:

  • per quanto attiene i tributi comunali sono sospesi dall’8 marzo al 31 maggio 2020 i termini relativi alle attività di liquidazione, di controllo, di accertamento, di riscossione edi contenzioso;
  • il pagamento della prima rata TARI 2020 avrà scadenza non prima del 30/06/2020;
  • i conduttori degli immobili comunali con destinazione d’uso commerciale, artigianale, associativo possono sospendere il pagamento del canone di locazione/concessione per tutto il periodo di chiusura delle attività ed effettuare il pagamento entro il 30/06/2020 in un’unica soluzione, senza l’aggiunta né degli interessi né delle sanzioni;
  • per tutti gli altri canoni di locazione e concessione relativi a beni immobili (edifici e aree) relativi all’anno 2020, con scadenze previste nel primo semestre dell’anno, il differimento senza more e interessi al 30 giugno 2020. Eventuali ritardi rispetto alle scadenze contrattuali previste non daranno luogo a sanzioni, revoche o decadenze, se il corrispettivo dovuto sarà versato entro il 30 giugno 2020;
  • per i canoni di concessione relativi agli impianti sportivi con scadenza relativa al primo semestre dell’anno il differimento senza more ed interessi al 30 giugno 2020;
  • è sospesa l’emissione di tutte le ordinanze di rilascio coattivo degli immobili comunali per tutto il periodo di emergenza e comunque sino al 31/05/2020;
  • sono sospesi i termini dei procedimenti amministrativi di competenza comunale “di natura organizzativa interna” pendenti alla data del 23.02.2020 o avviati successivamente dalla suddetta data fino al 15 aprile 2020;
  • la quota contributiva relativa ai nidi dell’infanzia comunali per il periodo di chiusura per emergenza straordinaria non verrà addebitata.

Nota stampa Comune di Benevento

Pubblicità
Clicca per commetare

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Politica

Canapa industriale. Nave (M5S): La filiera vive di incertezza

Pubblicato

il

Nave (M5S)

Canapa industriale. Luigi Nave (M5S): Depositato disegno di legge. La legge del 2016 si presenta piena di falle e si presta a molteplici interpretazioni

Canapa industriale. Il settore produttivo attende dal 2016 una legge chiara che non si presti ad interpretazioni. Sono oltre 2000 le aziende – tra produttori e trasformatori – che operano nell’incertezza e in un quadro normativo molto complesso. Sull’importante tema è intervenuto il senatore M5S Luigi Nave che ha depositato un disegno di legge.

“Nel nostro paese la filiera agroindustriale della canapa continua a vivere di incertezza: la legge del 2016 che ne regola la produzione e la commercializzazione si presenta piena di falle e si presta a molteplici interpretazioni, rendendo lo scenario in cui operano le 800 aziende nate negli ultimi anni – alle quali se ne aggiungono 1500 che si sono specializzate nella trasformazione dei derivati – piuttosto complesso”. Così l’esponente del Movimento 5 Stelle ha esordito nella comunicazione inviata in redazione.

“Per tale motivo, ho depositato un disegno di legge per cercare di dare una ‘ratio’ al quadro normativo del comparto, formalizzando il termine ‘commercializzazione’ nell’oggetto della legge chiamata a regolare il settore, senza il quale si sono susseguite per anni interpretazioni da parte dei giudici sempre diverse e spesso in contraddizione tra loro. Inoltre, si prevede l’inserimento tra i prodotti commercalizzabili delle infiorescenze, sin qui escluse”. Ha proseguito il senatore pentastellato spiegando le motivazioni del disegno di legge.

“Nel testo poi si affronta un problema altamente impattante per il settore, cioè quello dell’eliminazione della responsabilità degli operatori nel caso di sforamento del tasso THC previsto dalla norma, pur in rispetto dei crismi produttivi fissati per legge e quindi non imputabile agli operatori stessi”. Ha sottolineato Nave.

“Nella proposta di legge si fissano anche nuovi obblighi sull’etichettatura dei prodotti. Insomma, un intervento a 360 gradi per sciogliere diversi nodi divenuti invalidanti per l’attività produttiva delle imprese. L’auspicio ora è che dalla maggioranza arrivi un segnale chiaro sulla volontà di voler intraprendere questo percorso di revisione normativa”. Così ha concluso il senatore M5s Luigi Nave.

Se ti va lascia un like alla nostra pagina Facebook e seguici su Twitter

Continua a leggere

Politica

Parchi nazionali in Campania. De Luca: Grave decisione di Pichetto Fratin. Totale illegittimità

Pubblicato

il

Lavoro al Sud De Luca

Parchi nazionali in Campania. De Luca: Commissariamento totalmente illegittimo. La nomina dei commissari deve avvenire d’intesa con i Presidenti delle Regioni

Il Ministro dell’Ambiente Pichetto Fratin ha deciso lo scorso 25 gennaio di commissariare i Parchi Nazionali in Campania. Si tratta del Parco nazionale del Vesuvio e del Parco Nazionale del Cilento. Il ministro avrebbe potuto scegliere anche la via ordinaria, ma così non è andata. Sulla vicenda è intervenuto il deputato del Pd Piero De Luca affidando la sua dichiarazione ad una nota.

“I  decreti n. 35 e n. 36 del 25 gennaio 2023, con i quali il  Ministro dell’Ambiente ha nominato i commissari straordinari dell’Ente Parco Nazionale del Vesuvio e dell’Ente Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni non soltanto sono politicamente sbagliati, ma sono anche nulli e dunque totalmente illegittimi in quanto gravemente viziati da assoluta carenza di attribuzione”. Così il deputato dem nella sua comunicazione.

“Ai sensi della disciplina vigente in materia, come interpretata dalla sentenza della Corte Costituzionale n. 27 del 20 gennaio 2004, non solo la nomina degli organi dei Parchi nazionali, ma anche quella dei Commissari deve avvenire, infatti, d’intesa con i Presidenti delle Regioni nel cui territorio il Parco ricade“. Ha ancora rimarcato Piero De Luca.

“Chiediamo – dunque – al Ministro di rivedere le proprie decisioni e provvedere a intervenire nel rispetto della normativa in materia nello stesso interesse degli Enti Parco. Gli atti che saranno eventualmente adottati dai Commissari, infatti, risentiranno del vizio di nullità e questo si tradurrebbe in un grave danno per il territorio”. Così ha concluso Piero De Luca, vice capogruppo del Partito democratico alla Camera.

Se ti va lascia un like alla nostra pagina Facebook e seguici su Twitter

Continua a leggere

Politica

Scuola. Mastella: “Impedire che sistema scuola nel Sannio sia fatto a pezzi”

Pubblicato

il

Sindaco di Benevento Clemente Mastella

Scuola, Mastella: Avviare subito una battaglia politica istituzionale per fermare lo smantellamento della scuola nella provincia di Benevento

La legge di Bilancio inizia a far sentire i suoi effetti nelle aree interne della Campania soprattutto quelle meno popolose; è il caso del Sannio dove il Sindaco di Benevento Mastella è intervenuto dell’autonomia della scuola ema in una nota inviata ai media. A preoccupare il sindaco del Capoluogo sannita è l’innalzamento a 900 iscritti per preservare l’autonomia.

“Bisogna avviare subito una battaglia politica e istituzionale per fermare lo smantellamento del sistema scolastico della provincia di Benevento”. Così ha esortito Clemente Mastella nella comunicazione di Palazzo Mosti.

“Gli effetti dell’innalzamento a 900 iscritti del requisito minimo per preservare l’autonomia – introdotto con la Legge di Bilancio – avrebbe un effetto distruttivo sui territori delle aree interne e una ricaduta sociale e occupazionale insopportabile”. Prosegue il sindaco di Benevento.

“Mi unisco agli appelli del presidente della Provincia Nino Lombardi che dal primo momento ha segnalato i rischi a cui l’applicazione di questa norma espone quasi tutte le scuole della provincia di Benevento. Mi stupisce che altri, autorevoli esponenti istituzionali abbiano invece preferito minimizzare o restare finora silenti su una questione dall’impatto territoriale così grave. L’amministrazione comunale di Benevento si batterà affinché siano previsti regimi derogatori nell’applicazione della normativa: non possiamo consentire che la rete sannita delle scuole sia fatta a pezzi”, conclude Mastella. 

Se ti va lascia un like alla nostra pagina facebook e seguici su twitter

Continua a leggere

Politica

Cartelle: Quarto boccia la rottamazione

Pubblicato

il

Cartelle esattoriali, il comune di Quarto boccia la rottamazione. Rosa Capuozzo: “O sazio nun credo o digiun”

Cartelle esattoriali: il Comune di Quarto boccia la rottamazione. Il governo in merito alla questione di non rottamarle. Il governo infatti aveva demandato la decisione ai Comuni. Sul tema, dopo aver appreso le intenzioni del Comune di Qualiano, è interventua la Consigliera comunale Rosa Capuozzo in una nota inviata in redazione.

«”O sazio nun credo o digiun”, ennesima dimostrazione che quarto è governata da un’amministrazione che ritiene nulla qualsiasi azione che possa portare benefici a quella parte di cittadinanza in difficoltà». Così l’eponente di Coraggio Quarto. 

«In modo chiaro e vergognoso, nel prossimo consiglio comunale, che si terrà lunedì i la maggioranza insieme al sindaco Sabino voteranno la non adesione alla rottamazione delle cartelle esattoriali, misura proposta dal governo centrale per contrastare la crisi e per fornire assistenza ai cittadini in difficoltà per il pagamento delle tasse». Ha continuato la Consigliara di Opposizione, rimarcando le intenzioni della Maggioranza Sabino.

«Per i cittadini quartesi nessun aiuto da parte di questa amministrazione nonostante le difficoltà vissute a seguito della pandemia e l’aumento dei prezzi dell’energia e non solo». Ha ancora affondato la Capuozzo

«Questa amministrazione che si definisce progressista e di sinistra, sottolinea ancora una volta di essere l’amministrazione dei ricchi e dei soprusi sulla parte debole del tessuto sociale cittadino». Ha ancora attaccato l’amministrazione.

«Abbiano il coraggio adesso, di fare selfie con chi è in difficoltà, senza sventolare ancora una volta la scusa del dissesto, da loro tanto voluto e che oggi continua a gravare solo ed esclusivamente sui cittadini». Ha proseguito Rosa Capuozzo.

Poi la Consigliera ha invitato i cittadini a partecipare al Consiglio Comunale. «Facciamo sentire tutti insieme la nostra voce. Lunedì al Consiglio Comunale, ore 10.30 presso l’aula consiliare Peppino Impastato. Non lasciamo – ha concluso – che questa amministrazione, dopo averci portato al dissesto, ci metta ancora le mani in tasca».

Se ti va lascia un like alla nostra pagina Facebook e seguici su Twitter

Continua a leggere

Politica

Scuola Benevento: disposti interventi urgenti per la “San Filippo”

Pubblicato

il

Scuola Benevento interventi san filippo

Gli interventi urgenti disposti a seguito di una sopralluogo dei tecnici del Comune di Benevento e dal dirigente scolastico della Scuola San Filippo

Infiltrazioni d’acqua e distacco di un frontalino ed operazioni di potatura negli interventi urgenti disposti dal Comune di Benevento, a seguito del sopralluogo dei tecnici del comune e del dirigente scolastico della Scuola San Filippo. Lo rende noto l’Assessore ai Lavori Pubblici Paquariello.

“È stato eseguito, nelle scorse ore, dal dirigente Iadicicco e dai tecnici del Settore Lavori Pubblici un sopralluogo all’esito del quale sono stati disposti interventi urgenti ed indifferibili dopo i problemi registrati alla scuola San Filippo”. così in una nota l’Assessore ai Lavori Pubblici Mario Pasquariello sugli imminenti interventi nell’edificio di via Port’Arsa.

“È già in corso di esecuzione l’operazione di ripristino delle guaine ammalorate.  Hanno già copertura finanziaria e saranno presto eseguiti specifici interventi per risolvere altre criticità”. Spiega l’assessore.

“In particolare, al primo piano l’infisso in corrispondenza del terrazzo sarà sostituito e, con alcuni accorgimenti tecnici, sarà eliminato il problema delle infiltrazioni di acqua piovana. Nell’aula della scuola dell’infanzia sarà realizzato un divisorio in cartongesso. Sarà ricostruito il frontalino che ha subito un distacco d’intonaco e saranno aggiunte le scossaline. Continua il componente delle Giunta di Benevento, mettendo a conoscenza la città degli interventi da attuare.

“Si interverrà – prosegue ancora Pasquariello – su corridoi e vie di fuga con la realizzazione di paraspigoli e saranno rifatti i rivestimenti dei bagni. Sarà inoltre posizionato un condizionatore nell’aula della VG, come richiesto dalle famiglie. All’ingresso abbiamo disposto il ripristino delle mattonelle scheggiate e l’inserimento di un coprimuro. Il Settore Ambiente si occuperà, poi della potatura dell’albero nella zona del giardino di San Cristiano”.

“Ricordo che per l’edificio che ospita la scuola San Filippo l’Amministrazione ha già varato un progetto di adeguamento strutturale per il quale è in attesa di ottenere il finanziamento”, conclude l’Assessore Pasquariello.

Se ti va lascia un like alla nostra pagina Facebook e seguici su Twitter

Continua a leggere

Politica

Personale sanitario. Ciampi: “Non tutti gli Angeli del Covid vanno in Paradiso”

Pubblicato

il

M5S Campania. Ciampi: Gambacorta

Personale sanitario: prorogati contratti a 15 medici, Ciampi (M5S): Non c’è stata, invece, la stessa sollecitudine rispetto agli operatori dei centri vaccinali

L’ASL di Avellino proroga di sei mesi il contratto a circa 15 medici per proseguire le vaccinazioni. Accade all’indomani del Question Time del Consigliere M5S in Campania Vincenzo Ciampi che chiedeva la stabilizzazione di tutto il personale sanitario compreso quello che ha prestato servizio nei centri vaccinali. Sulla vicenda interviene attraverso una nota inviata in redazione.

«Non tutti gli Angeli del Covid vanno in Paradiso. L’Asl di Avellino usa due pesi e due misure nella decisione di prorogare i contratti ai preziosissimi operatori sanitari in prima linea nella battaglia contro il Covid». Cosi esordisce Ciampi alla notizia della proroga dei contratti.

«All’indomani della mia interrogazione al question time alla Giunta regionale della Campania circa il destino degli operatori sanitari dei centri vaccinali licenziati con un Sms, l’Asl di Avellino proroga i contratti di sei mesi a una quindicina di medici per proseguire le vaccinazioni domiciliari». Sottolinea l’esponente del Movimento 5 Stelle della Campania

«Non c’è stata, invece, la stessa sollecitudine rispetto agli operatori che operano presso i centri vaccinali che sono stati licenziati dalle imprese convenzionate con l’Asl con un semplice Sms.
Prorogare i medici che vaccinano a domicilio è un’iniziativa importante, sia perché consente a questi medici di continuare la loro meritoria attività, sia perché dimostra che di prevenzione rispetto al Covid c’è ancora bisogno»
. Rimarca duramente il pentastellato.

«Mi chiedo dunque quale sia la ratio secondo la quale debbano invece essere smantellati i centri vaccinali licenziando gli addetti. Ricordo che ci sono pareri favorevoli alla loro stabilizzazione del Dipartimento Funzione Pubblica della presidenza del Consiglio, ma la Giunta regionale ha deciso per lo scaricabarile, sostenendo che la responsabilità della mancata stabilizzazione è del Governo nazionale, annunciando una proposta di legge in merito». prosegue Ciampi.

«Il caso dei medici vaccinatori a domicilio riassorbiti con un deliberato dell’Asl di Avellino, dimostra che manca la volontà politica di dare risposte univoche e non discrezionali allo stesso problema. Perché – mi chiedo -è tanto difficile mettere medici e infermieri a disposizione della campagna di prevenzione di una pandemia non ancora conclusa. Perché non li si utilizzano comunque in Asl e Ospedali che mai come ora sono alle prese con una drammatica carenza di medici e infermieri?». Conclude il Consigliere Regionale M5S Campania Vincenzo Ciampi

Se ti va lascia un like alla nostra pagina Facebook e seguici su Twitter

Continua a leggere

Trending