Connect with us

Cronaca

Napoli, arrestato esponente di spicco del clan di Lauro

Published

on

Foto Carabinieri
Foto Archivio

L’uomo è accusato di tentata estorsione continuata in concorso con ignoti, con l’aggravante di aver agito con metodo mafioso

Nella mattinata, a Napoli, i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Gruppo di Aversa e della Tenenza di Arzano (Na) coadiuvati dai militari del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Napoli, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misura cautelare in carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Napoli, su richiesta della Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia presso il medesimo Tribunale, a carico di una persona indagata per i reati di “tentata estorsione continuata in concorso con ignoti”, con l’aggravante di “aver agito con metodo mafioso”.

Il provvedimento scaturisce da una più ampia attività investigativa condotta dai Carabinieri del Nucleo Investigativo del Gruppo di Aversa e coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli che, supportata da attività istruttorie e servizi di osservazione, controllo e pedinamento, ha permesso di individuare e documentare le condotte dell’indagato, destinatario del provvedimento cautelare, il quale, pregiudicato per associazione di tipo mafioso ed appartenente alla camorra nella sua articolazione territoriale denominata “Alleanza di Secondigliano”, tramite violenze e minacce avrebbe tentato di estorcere denaro ai danni di un commerciante di Aversa, con il fine di recuperare un credito vantato da terzi, ammontante a circa 110.000 euro.

L’attività investigativa ha consentito di accertare precise condotte illecite a carico dell’indagato, elemento di spicco del “Clan Di Lauro” operante in Secondigliano, il quale, in concorso con ignoti, al fine di recuperare la somma di denaro relativa ad un debito contratto con altri imprenditori, ha imposto a più riprese alla vittima il versamento della somma di denaro contante. In particolare, l’arrestato ha dapprima avvicinato parenti e congiunti del commerciante, convocandoli in Secondigliano per risolvere la questione, e successivamente ha incontrato di persona la stessa vittima.

Nella circostanza, nell’intimare la consegna del denaro, intimidiva la vittima riferendole di agire in nome e per conto di esponenti del “clan Mallardo”, operante in Giugliano in Campania, dai quali avrebbe ricevuto tale incarico, essendo lui stesso il riferimento per l’attività di recupero crediti. L’attività estorsiva non veniva consumata a seguito della denuncia della vittima alle forze dell’ordine e della successiva chiusura dell’attività commerciale.

Nota Stampa Carabinieri

Continue Reading
Advertisement

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Benevento, compiva furto alla piscina comunale

Published

on

Foto Carabinieri Benevento
Foto Carabinieri

Recuperata tutta la refurtiva che è stata restituita ai legittimi proprietari

Nella notte, a Benevento, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Benevento hanno tratto in arresto in flagranza di reato per il reato di furto aggravato un 69enne di Benevento, già noto per i suoi precedenti specifici.

Intorno alle 3 e 20 della notte scorsa, i militari dell’aliquota Radiomobile di questo capoluogo in servizio di pattuglia per l’attività di contrasto di reati predatori, nel transitare in contrada Capodimonte, nei pressi della Piscina Comunale, notavano una persona sospetta che stava uscendo dalla struttura scavalcando la recinzione perimetrale metallica. L’uomo, notando il sopraggiungere dei carabinieri cercava inutilmente di fuggire per dileguarsi ma è stato bloccato dai militari.

Il malvivente, già conosciuto dai componenti la pattuglia, è stato fermato con due sacchetti che contenevano la refurtiva appena asportata da quella struttura, consistente in:

  • un Monitor da PC da 20”;
  • un personal computer portatile da 14”;
  • prodotti alimentari come bottiglie di succhi di frutta, olio e alcune confezioni di cioccolato ed altri prodotti tipo snack verosimilmente asportati dal distributore automatico presente all’interno della struttura sportiva.

I militari, inoltre, nel corso della perquisizione, nelle tasche del 69enne, hanno rinvenuto anche una certa quantità di monete di vario taglio, pari a 83 euro, presumibilmente asportate poco prima dal citato distributore di merendine e bevande.

E stato constatato che il malvivente, servendosi di un paletto in ferro, dopo aver divelto una grata di una finestra che immette ai locali della piscina, aveva preso la refurtiva di cui sopra forzando e svuotando il suddetto distributore automatico. 

M.F. beneventano di 69 anni, pertanto, è stato dichiarato in arresto con l’accusa di furto aggravato e quindi, su disposizione del Sostituto Procuratore, è stato tradotto presso la locale Casa Circondariale a disposizione della Autorità Giudiziaria, mentre tutta la refurtiva, dopo i dovuti accertamenti, è stata restituita ai legittimi proprietari, al responsabile della struttura sportiva e al titolare del distributore automatico.

Nota Stampa Carabinieri comando prov. di Benevento

Continue Reading

Cronaca

Caivano: 41enne finito in manette per droga

Published

on

Parco Verde
Foto da Google Maps

Nelle disponibilità del 41enne 3,50 grammi di marijuana, 12 semi di cannabis indica, materiale per il confezionamento delle dosi e 1.766€ in contante

Blitz dei carabinieri della tenenza di Caivano nel Parco Verde, nell’ambito di un servizio disposto dal Comando Provinciale di Napoli.
In manette per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio M.B., 41enne del posto già noto alle forze dell’ordine.

I militari lo hanno sorpreso in un appartamento al 4° piano dell’isolato A5, protetto da un portone rinforzato in ferro e da ben 5 telecamere di sorveglianza.

Nelle disponibilità di B. 3,50 grammi di marijuana, 12 semi di cannabis indica, materiale per il confezionamento delle dosi e 1766 euro in contante ritenuto provento di spaccio. Il 41enne è stato sottoposto ai domiciliari in attesa di giudizio.

In altro appartamento – in uso ad un’incensurata 32enne  – rinvenuti e sequestrati 4630 euro in contante la cui origine non è stata chiarita e una cassaforte a muro. La donna non ne ha fornito la combinazione e ha confessato di non sapere cosa contenesse.

Segnalato alla Prefettura come assuntore di droga un 45enne del Parco Verde, trovato in possesso di 1,38 grammi di marijuana.

Continue Reading

Cronaca

Sant’Antimo: 41enne finito in manette per spaccio

Published

on

Foto Archivio

I carabinieri hanno rinvenuto 4 dosi di droga nel giubbino e altre 3 all’interno dell’abitazione dell’arrestato

I Carabinieri della tenenza di Sant’Antimo hanno arrestato per detenzione e spaccio di sostanza stupefacenti G.M., 41enne del posto già noto alle forze dell’ordine. I miliari lo hanno sorpreso in via Mercalle mentre cedeva un involucro a un giovane di 25 anni.

I militari son riusciti a bloccare le due persone e recuperato la bustina contenente una dose di cocaina.

Perquisito, M. nascondeva all’interno della tasca del giubbino altre 4 dosi. I carabinieri hanno esteso la perquisizione anche all’interno dell’abitazione del pusher dove sono state trovate altre 3 dosi di hashish.

L’uomo è stato collocato agli arresti domiciliari mentre il “cliente” è stato segnalato alla prefettura.

Continue Reading

Trending

"Punto!" il Web Magazine - Fondato nel 2011 da Vincenzo Perfetto (Direttore Editoriale) e Carmine Sgariglia (Direttore Responsabile). Edito dall'Associazione Culturale PuntoGiovani Qualiano. Registrazione Tribunale di Napoli n° 31 del 30 marzo 2011. Copyright © 2020 - Punto! il Web Magazine | Privacy