Log in
25-Jul-2017 Aggiornato alle 9:25 +0200

Esercizi Jelqing: mito o realtà

Esercizi Jelqing: mito o realtà foto: pixabay.com

Il Jelqing, o mungitura, è una tecnica per l'allungamento del pene tramandata di padre in figlio dalle antiche popolazioni arabe del Sudan. Le origini del Jelqing sono state documentate da tribù Africane risalenti a 2000 anni fa ma è in Sudan che questa tecnica per aumentare le dimensioni del pene ha avuto pieno riscontro sociale.
All'interno del nucleo familiare I padri, una volta che I figli raggiungevano l'età giusta intorno ai 16anni, insegnavano ai figli queste pratiche in vista del matrimonio. I vantaggi erano e sono molteplici: maggiore sicurezza e autostima, alto riconoscimento sociale, maggiore fluidità della circolazione sanguigna nella zona pubblica e una maggiore soddisfazione della donna durante il rapporto sessuale. E' interessante anche il fatto che diverse pitture rupestri risalenti al 440 ac rappresentassero uomini di alto rango, generalmente re, con dei peni giganti.
Inoltre questa tecnica ricorda molto il principio di "peso-contrappeso" utilizzato tuttora da tribù Africane per stimolare l'allungamento di vari muscoli come collo, braccia, gambe e, naturalmente, il pene mediante l'utilizzo di appositi strumenti.

Alla fine degli anni '70 il Dr. Brian Richards ha eseguito uno studio approfondito sulla tecnica Jelqing cercando dei riscontri empirici e scientifici su questo particolare esercizio di allungamento del pene. Lo studio è stato pubblicato sul British Journal of Sexual Medicine e, nonostante abbia riscontato dei risultati positivi nel 87% del campione, non è stato considerata scientificamente attendibile per via dell'enorme tempo richiesto per ottenere dei risultati non abbastanza significativi.
Per questo motivo la tecnica Jelqing è stata a lungo messa in discussione da urologi e andrologi per via dei suoi scarsi riscontri scientifici. Molti esperti credono che l'attribuzione della tecnica di Jelqing a popolazioni Arabe/Africane sia una mera trovata pubblicitaria per evocare mondi esotici e mistici nell'immaginario comune.

Tuttavia, stando all'opinione comune, pare che queste tecniche di ingrandimento del pene siano effettivamente efficaci e permanenti e stiano aiutando sempre più persone a riconquistare la percezione di virilità e mascolinità perduta.
Inoltre al contrario di tecniche e macchinari più o meno moderni basati sul principio del peso la tecnica del jelqing può essere eseguita comodamente a mani nude ed evita di creare problemi di pressione sanguigna o di riduzione dello spessore.
Ad ogni modo non tutti gli strumenti sono uguali e operano nella stessa maniera. La tecnologia ha avuto uno sviluppo incredibile in questo campo medico e ha dato alla luce degli innovativi sistemi di leve, funzionanti al 100%, che permettono di raggiungere risultati importanti con un utilizzo assolutamente comfortevole. I prodotti per l’allungamento del pene possono offrire una valida alternativa a prodotti da laboratorio e lavorare in sinergia con l'esercizio fisico manuale.