Log in
27-May-2017 Aggiornato alle 11:00 +0200

Scoperto un pesce che ha una struttura ossea veramente incredibile: un vero e proprio bacino

Un team di ricercatori dell’Institute of Technology, nel New Jersey ha scoperto una rara specie di pesce identificato con il nome scientifico di “Cryptotora Thamicola”, è un pesce cieco che vive nelle grotte dei bacini idrici della Thailandia e possiede delle caratteristiche scheletriche che hanno avuto i suoi predecessori per poter camminare da un bacino all’altro. Tale pesce può arrivare ad una lunghezza di 2,8 cm e si nutre sia di microorganismi che di materia organica che cresce sulle pareti della grotta. Esso è stato scoperto per la prima volta nel 1985 nelle grotte nel nord della Thailandia e non…

Creato un essere vivente micro genico Synthia 3.0

Un gruppo di scienziati di vari istituti americani scientifici, guidati da Craig Venter, è riuscito a creare il primo batterio sintetico denominato “Synthia 3.0” che segna un passaggio molto importante verso la creazione della vita artificiale. Tale microrganismo sintetizzato possiede un codice genetico molto ridotto formato da 473 geni che contengono solo le informazioni necessarie per la sopravvivenza ed è costituito da 531.000 coppie di basi. Come si sa da tempo i geni rappresentano dei frammenti o tratti del DNA e la parte più o meno ampia del DNA degli esseri viventi è costituita da geni ridondanti che anche senza…

Quando l'energia elettrica viene anche... dai pomodori

Alcuni ricercatori americani hanno presentato al 251esimo National Meeting & Exposition dell’American Chemical Society un progetto scientifico per produrre elettricità dai pomodori scartati o danneggiati prodotti in Florida, dato che ogni anno se ne scartano quasi circa 396mila tonnellate. Allo stesso modo della pila a limone anche altri frutti e ortaggi che possiedono al proprio interno succhi ricchi di ioni, i quali possono essere utilizzati come conduttori elettrici nelle celle elettrochimiche. Questo team di scienziati hanno creato una cella a combustibile microbica che, utilizzando gli scarti dei pomodori viziati e danneggiati, genera energia elettrica. Essi si sono basati sulla tecnologia…

ENI e MIT Celle solari in grado di produrre energia elettrica eliminando CO2 dall'aria

Un gruppo di ricerca del Massachussetts Institute of tecnology (MIT) , sostenuto da Eni SpA attraverso l’Eni-MIT Solar Frontiers Center e dalla National Science Foundation, ha realizzato delle celle solari ossia sottilissimi strati di qualsiasi superficie in grado di produrre energia elettrica e da poter ricoprire anche qualsiasi cosa come vestiti o addirittura delle bolle di sapone. Tale gruppo scientifico hanno cercato prima di realizzare celle solari, a partire dalle celle biofotovoltaiche, non avendo ottimi risultati a causa della mancata capacità di conversione di queste nuovissime celle per cui si è concentrato per la sperimentazione di queste sottilissime celle fotovoltaiche…
Sottoscrivi questo feed RSS