Log in
20-Jul-2017 Aggiornato alle 16:37 +0200

Vuoi che il tuo bebè non pianga? Canta al pancione!

Da uno studio condotto recentemente dall’Università di Milano-Bicocca, pubblicato su una rivista australiana dell'Australian College of Midwives “Women and Birth”, si è dimostrato che si può avere un neonato felice e contento sussurrando una ninna nanna al pancione nei mesi di attesa. Infatti, nei mesi di attesa di questo lieto evento cantare al grembo materno delle dolci melodie dell’infanzia ha un’azione calmante e tranquillante sul bambino per cui in futuro il bebè piangerà di meno. Questa ricerca è stata condotta su circa 168 mamme, che erano alla ventiquattresima settimana di gravidanza, le quali sono state divise in due gruppi: quelle…

Primo caso di soggetto femminile al mondo con la sindrome dell’uomo albero

Dopo il caso più clamoroso al mondo di sindrome dell’uomo albero ossia displasia di Lewandowsky-Lutz, una rara malattia genetica, di un uomo bengalese Abul Bajandar che aveva avuto la comparsa di mostruose escrescenze sulle mani che si svilupparono fino a raggiungere l’assurdo peso di cinque chili. Furono necessari sedici interventi chirurgici per rimuovere tali escrescenze e l’uomo è tornato a poter utilizzare di nuovo le sue mani oggi, dopo dieci anni. Arriva anche il caso incredibile di una piccola bambina di dieci anni, Sahana Khatun, nonostante i medici almeno fino a questo momento l’aveva diagnosticata soltanto su soggetti di sesso maschile. Questa…

Prevenzione della HIV con la profilassi Prep

Ci sono una serie di sperimentazioni sulla profilassi pre-esposizione (Prep) in diciassette paesi europei , compresa l’Italia, per un totale di circa novemila persone per prevedere che le persone a rischio di poter contrarre HIV possano assumere in modo preventivo un farmaco antiretrovirale che sia in grado di ridurre il rischio di infezione di questa malattia. Dietro a queste sperimentazioni vi è un importante progetto denominato Progetto di profilassi (PrEP) del National Health Sistem dell’Inghilterra per ridurre il rischio di contagio con farmaci anti HIV per diecimila persone in tre anni. Con tale progetto si mira a capire quale possa…

Un test sangue rivela se siamo a rischio di attacco cardiaco

Arriva un rapido ed economico test del sangue per capire se siamo in realtà ad alto rischio di infarto, per adesso sperimentato solo sugli uomini dal team dei ricercatori delle Università di Edinburg e Glasgow in Inghilterra. Secondo la versione di molti cardiologi tale esame risulterebbe più efficace del normale controllo di pressione e colesterolo. Tale test anti infarto attualmente è già utilizzato su uomini e donne per diagnosticare un avvenuto sospetto di attacco cardiaco o dei danni al miocardio. Le Tro­po­ni­ne car­dia­che sono diver­si­fi­ca­te da quel­le sche­le­tri­che in modo da poter esse­re testa­te facilmente. Esso si basa su un…

Un vaccino contro il raffreddore

Un notevole passo potrebbe essere stato compiuto nella terapia del raffreddore e forse non si sentirà parlare più di starnuti, naso colante e tosse grazie a un vaccino brevettato da un ricercatore austriaco dell'Università di Vienna, Rudolf Valenta, che potrebbe essere immesso sul mercato fra sei e otto anni se arriveranno i fondi necessari per successivi test clinici. Il nostro sistema immunitario non sarebbe in grado di attaccare i rinovirus, che sono i principali responsabili del raffreddore, poiché si raccoglie al centro del virus con la conseguente possibilità di mutazioni. Invece l'ideatore di tale vaccino ha trovato il modo di…

Grafene e granchi per sopprimere il 90 percento dei batteri

Un team di ricercatori italiani dell’Istituto dei sistemi complessi del Consiglio nazionale delle ricerche (Isc-Cnr), dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, dell’Università Sapienza di Roma e dell’Università dell’Aquila hanno effettuato un importante studio denominato “Biomimetic antimicrobial cloak by graphene-oxide agar hydrogel” ossia una esatta imitazione del nostro ambiente antimicrobico per sconfiggere la maggior parte dei batteri che affliggono la nostra vita. Infatti i ricercatori hanno realizzato degli strumenti di una sala operatoria medica con il rivestimento di ossido di grafene, ispirati alle rugosità tipiche del granchio, che per la sua struttura chimica non vengono attaccati dai batteri. Il rivestimento di particolari…

Cosa mangiare? Il cervello sceglie come un semaforo

Secondo uno studio della Scuola internazionale Superiore di Studi Avanzati (SISSA) di Trieste ci sarebbe un senso principale nel nostro cervello che ci guida nella scelta alimentare per valutare quando dobbiamo mangiare o non mangiare qualcosa. Per valutare l’apporto calorico dei cibi a quanto pare esista un “codice del colore” che agisce allo stesso modo di un semaforo: rosso è buono e verde no. Il nostro sistema visivo presenta nella retina tre classi di fotorecettori (coni) che sono sintonizzati su tre diverse bande dello spettro visivo (sistema visivo tricromatico) che permette a noi di far vedere un gran numero di…

Il sanguinamento è una malattia genetica?

Il sanguinamento di sangue dal naso può non essere un evento normale, con le prime epistassi che colpiscono sopratutto i bambini intorno all’età di 12 anni, a cui molto spesso non si riserva la particolare importanza che merita. Invece il sangue dal naso deve costituire una spia che deve consentire un controllo precoce della pericolosa e possibile malattia genetica che potrebbe nascondersi ossia l’HHT (acronimo internazionale di Teleangectasia emorragica ereditaria). Una patologia conosciuta anche come sindrome di Rendu-Osler-Weber che comporta malformazioni vascolari con dei collegamenti diretti tra arteria e vena, senza la rete capillare, generando una pressione più alta con…

Il "grilletto molecolare" dell’artrite reumatoide

Una equipe di reumatologi, coordinati dall’Ordinario di Reumatologia alla Cattolica e Direttore del Polo di Scienze Reumatologiche, Dermatologiche, Immuno-Allergologiche, Urologiche e Nefrologiche del Policlinico A. Gemelli, Dott. Gianfranco Ferraccioli, hanno scoperto un meccanismo denominato “grilletto molecolare” dell’artrite reumatoide in grado di innescare la sintesi di anticorpi dannosi nell’organismo di pazienti affetti da tale malattia e di amplificare i processi infiammatori patologici. Gli autori di questa importante ricerca aprono nuove prospettive all’artrite reumatoide, una malattia infiammatoria graduale che interessa dapprima le articolazioni per poi coinvolgere tutti gli organi e apparati, soprattutto per le donne che sono le più colpite nella nostra…

Premio Nobel per la chimica a tre scienziati per le macchine molecolari

A tre scienziati Jean-Pierre Sauvage, Sir J.Fraser Stoddart e Bernard L. Feringa è stato assegnato il Premio Nobel 2016 per la chimica stamattina grazie ai loro studi sulle macchine molecolari. Sono un tipo di neomacchine, più piccole di un diametro di un capello, che sono in grado di compiere molte attività molecolari come fungere da forza motrice per spostare materiale in un organismo. I primi risultati dei ricercatori di creare queste minuscole macchine molecolari furono già ottenuti negli anni Cinquanta e Sessanta. Il ricercatore Jean-Pierre Sauvage fu il primo a proseguire i progressi di tale ricerca, in quanto mentre stava…
Sottoscrivi questo feed RSS