Log in
22-Jun-2017 Aggiornato alle 8:24 +0200

Linux, conosciamo la shell: ottava puntata

Linux, conosciamo la shell: ottava puntata Uno screenshot della finestra terminal

Cari amici del pinguino ben trovati! Gli impegni finalmente mi hanno lasciato in pace per poter continuare questo semplice tutorial a puntate per neofiti di GNU/Linux e della shell.

Riprendiamo con l’ottava, dopo una pausa piuttosto lunga, con un comando che da terminale potrebbe darci discrete informazioni sui processi che il nostro sistema compie. Il comando di cui ci accingiamo a parlare è: top e si occupa della visualizzazione dei processi del sistema e delle risorse.

Vediamo come funziona.

Per prima cosa apriamo il nostro terminale e se dopo le puntate precedenti vi sentite più sicuri e tranquilli possiamo anche invocare il nostro manuale per il comando digitando: man top. Come abbiamo imparato, il manuale ci viene in aiuto in caso di usi particolari attraverso delle opzioni che ci permettono di utilizzare, il comando al massimo.

A questo punto possiamo tranquillamente digitare top nel nostro terminale ed immediatamente ci mostrerà una tabella con dentro tutti i processi in funzione con tanto di identificativo del processo (PID), l’utente (USER) che adopera il processo fino a giungere al nome del comando, passando dalla percentuale di uso del processore e la quantità di memoria occupata.

Nella parte subito precedente sono riassunte un po’ di informazioni come l’ora, gli utenti che stanno operando, il carico medio, i tasks totali e quelli che stanno effettivamente funzionando e i dormienti e subito dopo tutte le informazioni in merito alla memoria. Importante sapere che top si aggiorna ogni tre secondi e per terminarlo basta pigiare il tasto q.

Per conoscere i soli processi di un determinato utente basta digitare top -U [utente] ovviamente questo comando sarà usato nel caso in cui ci si trova alle prese con un sistema dove hanno accesso più utenti. La sintassi per non confonderci è top -U nome_utente di cui si vuole conoscere i processi e le risorse. Potete tranquillamente anche usarlo con il vostro utente per rendervi conto del funzionamento.

Per cambiare il tempo di aggiornamento attraverso questa sintassi top -d n dove al posto della lettera n inserirete un numero che corrisponde ai secondi.

Per ulteriori utilizzi potete tranquillamente rifarvi alle spiegazioni del vostro manuale facendo pratica con le prove... tranquilli non distruggerete il computer.

Grazie per il tempo dedicato alla lettura alla prossima puntata  

Vincenzo Perfetto

Direttore Editoriale

Sito web: www.puntomagazine.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.