Log in
16-Aug-2017 Aggiornato alle 10:58 +0200

Informatica

Raspberry, vi presento il mio test case (fatto in ufficio)

Un esperimento sull'hardware del Raspberry Pi 2.0 Dando per scontato che conosciamo tutti il mitico Raspberry (implementato su una sola scheda elettronica) sviluppato nel Regno Unito dalla Raspberry Pi Foundation come dice il buon wikipedia) e che sappiate benissimo quali siano le enormi possibilità di questo progetto che mi entusiasma ogni giorno di più, voglio raccontarvi della mia personalissima esperienza con il mitico raspy. Ebbene è la bellezza di quasi 2 anni che lo stiamo utilizzando in ufficio (sempre acceso mattina e sera 24h su 24 eccetto qualche mancanza di corrente e/o blackout) come server che ci sta gestendo sia…

Vita da Troubleshooter: il mitico comando grep

Ciao a tutti e grazie come al solito di essere qui con me. In questo brevissimo pezzo voglio raccontarvi di un comando la cui utilità è praticamente sconfinata. Si tratta del comando GREP facente parte della famiglia dei filtri e che vi ho già velocemente fatto conoscere nell’ultimo pezzo e vi ripropongo con mucho gusto: pi@raspberrypi:~ $ ps -ef | grep mysqlroot 590 1 0 2016 ? 00:00:00 /bin/sh /usr/bin/mysqld_safemysql 945 590 0 2016 ? 03:39:32 /usr/sbin/mysqld --basedir=/usr --datadir=/var/lib/mysql --plugin-dir=/usr/lib/mysql/plugin --user=mysql --log-error=/var/log/mysql/error.log --pid-file=/var/run/mysqld/mysqld.pid --socket=/var/run/mysqld/mysqld.sock --port=3306pi 28004 27975 0 18:43 pts/0 00:00:00 grep --color=auto mysql come potrete apprezzare, il commando ps…

Vita da Troubleshooter: i processi ed il comando ps

Dopo aver introdotto e sottoposto alla vostra attenzione il comando top mi viene semplice passare a quest’altro particolare strumento che migliorerà di certo la vostra vita: PSil comando ps in pratica offre una sorta di snapshot di quelli che sono in quel momento i processi in atto ed in particolare lanciato come ps –ef rende conoscibili alcune caratteristiche degli stessi processi come l’UID ed il PID che evidentemente possono salvare la vostra vita da Troubleshooter che di per se è già parecchio stressante. Qui vi consiglio una chicca che i più esperti di sicuro avranno utilizzato qualche migliaio di volte…

Vita da Troubleshooter: il comando top

Per chi opera nell’area del networking e non solo avere a portata di mano alcuni comandi risulta essere vitale. Spesso mi sono ritrovato ad avere a che fare con processi che mi davano qualche grattacapo e che potevano essere letali per alcune macchine se non monitorati con una certa “premura”. Ovviamente parlo di alcuni casi limite ma l’approccio è sempre lo stesso, vale a dire capire cosa accade se la macchina non sta proprio funzionando (o funonziando come amavamo dire) in modo correttoA tal proposito di viene incontro un comando che nell’immediato può fare al caso nostro: top La prima…

Oggi è il 18mo compleanno di Google

BigG è ad un punto speciale Il gigante della Ricerca diventa maggiorenne (almeno in Italia): oggi è il compleanno di Google e ne compie 18 di anni. Anni nei quali ha segnato uno spezzato di vita economica mondiale cambiando radicalmente il modo di vedere le cose (anche in senso stretto). Un evento che aiuta, al di là dello scherzo, a ricordare quanto il mondo sia cambiato in questi scarsi 20 anni e di quanto possa ancora cambiare, partendo da un semplice sottoscala o garage di qualche abitazione in un piccolo paesino di chissà dove.

Linux, conosciamo la shell: ottava puntata

Cari amici del pinguino ben trovati! Gli impegni finalmente mi hanno lasciato in pace per poter continuare questo semplice tutorial a puntate per neofiti di GNU/Linux e della shell. Riprendiamo con l’ottava, dopo una pausa piuttosto lunga, con un comando che da terminale potrebbe darci discrete informazioni sui processi che il nostro sistema compie. Il comando di cui ci accingiamo a parlare è: top e si occupa della visualizzazione dei processi del sistema e delle risorse. Vediamo come funziona. Per prima cosa apriamo il nostro terminale e se dopo le puntate precedenti vi sentite più sicuri e tranquilli possiamo anche…

Linux, conosciamo la shell: settima puntata

Parliamo del comando grep Bentornati cari amici del pinguino in questa puntata parleremo di un altro importante comando che effettua ricerche all'interno dei file per verificare se questi contengano o meno un determinato termine. La sintassi per usare il comando è $ grep [parola da ricercare] [file in cui ricercare]. Per avere una esperienza più approfondita con il comando possiamo invocare il manuale con la sintassi $ man grep. Passiamo subito al pratico: creiamo un file con un nome di fantasia (ho usato quello della scorsa lezione: pluto.txt) e scriviamo dentro una frase qualsiasi (ho scritto: Cantami o diva del…

Linux, conosciamo la shell: sesta puntata

Salve amanti del Pinguino alle prime armi come promesso continuiamo con i comandi di ricerca e in questa puntata presentiamo Locate la cui sintassi è $ locate [file da ricercare]. Cosa è locate? Locate non è altro che un comando di ricerca molto più rapido di find perché non opera una ricerca in tempo reale ma su un suo db di file che non è aggiornato all'ultimo secondo (mi rendo conto che è una spiegazione poco elegante ma forse più diretta). Ha anche una maggiore semplicità nella sintassi rispetto al precendente anche se ha moltissime opzioni richiamabili attraverso la sintassi:…

Linux, conosciamo la shell: quinta puntata

Salve cari amici è da un bel po che non scrivo una puntata di questo mini tutorial per chi è alle prime armi con la shell. Oggi vorrei parlarvi di uno dei tre comandi più utili per ricercare file in tutte le directory anche quelle montate. Si parla di FIND la cui sintassi è: $find Cosa fa find? Beh, è molto semplice cerca il vostro file nelle directory in maniera gerarchica. Avremo, quindi un comando di questo tipo: $find [dove cercare] [criterio di ricerca] [cosa cercare] [cosa fare] Mi rendo perfettamente conto che in questo modo non si capisce nulla…

Putty, il client ssh che mette tutti d'accordo

Putty è un client SSH e telnet per la gestione da remoto di sistemi informatici ovvero server e computer in generale. La sua dote principale è che trattasi di un progetto open source molto potente utilizzato anche in ambiente professionali spinti. Non ha nulla da invidiare, infatti, a prodotti che sono licenziati ed a pagamento. Negli anni è sicuramente divenuto sempre più stabile risolvendo qualche bug iniziale ed ora invece è semplicemente robusto e funzionale. Lo consigliamo a tutti sia neofiti che professionisti per la sua semplicità di esecuzione. Si può scaricare l'eseguibile direttamente dal sito ufficiale putty.org
Sottoscrivi questo feed RSS