Log in
28-Apr-2017 Aggiornato alle 10:06 +0200

Lo stile classico in architettura

Lo stile classico trae ispirazione da due grandi famiglie reali ed epoche ben precise: Luigi XVI stile francese più barocco e lo stile Vittoriano più ottocentesco L’arredamento classico trae ispirazione orientativamente da due grandi famiglie. Lo stile francese, influenzato dall’epoca di Luigi XVI Lo stile vittoriano, di origine inglese. Intorno a queste due grandi correnti gravitano tendenze quali il barocco, il liberty il floreale ed altre ancora. La parola d’ordine per entrambi gli stili è comunque unica: LUSSO, valorizzato in maniera parossistica. Una casa classica avrà ambienti definiti, formata da tante stanze, non amando gli open-space di derivazione squisitamente più moderna.…

Lo stile moderno in architettura

Lo stile moderno in architettura segna un netto superamento degli stili più tradizionali ed ha come scopo creare armonia tenendo cura di ogni dettaglio Nato tra il 1920 e il 1950, lo stile moderno segna un netto superamento degli stili più tradizionali. Lo scopo è creare armonia degli ambienti, avendo cura di ogni dettaglio. Le parole d'ordine sono: spazio, semplicità, luce, omogeneità e funzionalità. Per questo motivo, daremo vita a linee definite che scorrono parallele oppure formano angoli decisi. Lo stile moderno predilige colori chiari e neutri, come il bianco, il beige, il grigio chiaro, per un approccio più soft,…

Architettura: lo stile Minimal

Lo stile Minimal nato nel 1965 trae ispirazione negli arredamenti Zen giapponesi che da valore allo spazio in quanto fusione tra fisico e mentale Nato negli anni 60, rivoluzionò lo scenario artistico e architettonico con geometrie semplici e una fredda emozione priva di personalismo. Il termine MINIMAL coniato nel 1965 da Richard Wolheim lo definiva “+”. L’assenza di contenuto artistico, la ricerca dell’essenza l’eliminazione di tutto ciò che non risultava essenziale. Una scelta di vita che contempla solo in necesario, ispirato allo ZEN filosofia giapponese che da valore ad uno spazio in quanto fusione tra fisico e mentale. Al margine di…

Architettura, gli spazi quotidiani: il salotto

Uno spazio quotidiano molto importante è sicuramente il salotto, il luogo dove accogliere ospiti, sentirsi se stessi e vivere in riservatezza   Il salotto: il luogo dove accoglierete i vostri ospiti. Lo spazio dove sentirsi se stessi, intimo, caldo e riservato. Qui useremo tenui colori, in contrasto con pareti dal carattere deciso, per mantenere viva la sensazione di un luogo con spirito energico come la vostra personalità. Una forma regolare e allungata aiuta la circolazione dei flussi positivi, l’altezza deve essere possibilmente uguale o inferiore alla zona pranzo. Gli arredi devono indurre ad uno spirito vivace, utilizzate piante e fiori sempre freschi. Se…

Architettura, gli spazi quotidiani: l'ingresso

Una nuova rubrica del "Punto!" curata dall'Arch. Aniello Tirelli di NoiArchitetti “Chiunque si accingesse a fare Architettura, sappia che ha di fronte a se responsabilità non indifferenti. Responsabilità che sono essenzialmente di carattere socio-culturale, perché l’Architettura è una disciplina artistica di forte impatto sociale, intellettuale e quindi culturale. Una costruzione che meriti l’appellativo di Architettura, deve manifestare lo stato culturale della società nella quale essa è inserita, perché ogni opera artistica (e come tale anche quella d’Architettura) riflette le emozioni e il sapere di chi le crea, e chi crea, è un individuo che per necessità è un individuo sociale.…
Sottoscrivi questo feed RSS