Log in
22-Sep-2017 Aggiornato alle 10:18 +0200

Arrestati tre estorsori a Pompei chiedevano un "regalo per i carcerati"

Hanno chiesto ad un imprenditore della zona un "regalo per i carcerati" da 3000 euro da versare a Natale, Pasqua e Ferragosto.

POMPEI - Gli Agenti della Polizia di Stato del Commissariato Pompei hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Napoli su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia nei confronti di A. C., di 43 anni, A.C. di 22 anni e V. V. di 39 anni, responsabili in concorso del reato di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso.

Il provvedimento restrittivo nasce da un’attività investigativa seguita dagli agenti che ha accertato l’azione estorsiva della banda. Lo scorso mese di agosto i tre uomini si erano avvicinati ad un imprenditore della zona di Pompei chiedendogli un “regalo per i carcerati” di 3.000,00 euro da versare in occasione delle feste di Ferragosto, Natale e Pasqua.

A. C., il 43enne, già sottoposto alla misura della Sorveglianza Speciale con obbligo nel Comune di Pompei, il figlio A. C. di 22 anni, detenuto domiciliare con permesso di assentarsi, sono stati arrestati alle prime luci dell’alba. V. V. ha invece ricevuto la notifica del provvedimento direttamente in carcere dove è detenuto da alcuni giorni.

Nel corso dell’attività di notifica i poliziotti hanno rinvenuto in una cantina in uso ad al 43enne anche 13 grammi di cocaina e 7 di hashish.

Pertanto quest’ultimo dovrà rispondere anche del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Redazione

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.