Log in
27-Jun-2017 Aggiornato alle 17:14 +0200

Giugliano, alla Don Vitale celebrata la festa dell'Albero

Il 20 e 21 novembre viene celebrata la festa dell’albero instituita nel 1872 dal governatore dello stato del Nebraska, Norton, e celebrata in Italia dal 1898.

Anche la scuola Don Salvatore Vitale di Giugliano ha celebrato l’evento. Gli alunni hanno sospeso le lezioni per recarsi in cortile dove le professoresse hanno spiegato come la cementificazione sottrae spazio alle aree verdi con danni irreparabili all’ecosistema.

Dopo, come gesto simbolico, alcuni alunni hanno piantato un nespolo in un’aiuola ascoltando la canzone di Adriano Celentano “Il ragazzo della via Gluck” in cui si racconta di un ragazzo che, trasferitosi in città dalla campagna, rimpiange i prati verdi e l’aria salubre, cose che non troverà al suo ritorno perché sostituite da case e cemento.

Ai ragazzi che hanno partecipato sono stati distribuiti cappellini e casacche di Legambiente, l’associazione ambientalista che si interessa di tutti i problemi che deturpano l’ambiente e cerca di sensibilizzare soprattutto i giovani alla tutela di esso.

Lo scopo della manifestazione era infatti proprio quello di far comprendere ai giovani l’importanza di preservare l’ambiente naturale e, a giudicare dall’ entusiasmo con cui i ragazzi hanno partecipato alle attività, pare che sia stato raggiunto.

Federico Russo
Classe 1 sez. N
SMS Don Salvatore Vitale

Giovani Reporter "Don Vitale"

Il progetto si pone come continuazione di un percorso di Giornalismo ambientale che ha visto gli alunni partecipi nello studio e raccolta di documentazione affidabile per restituire valore scientifico alle notizie riguardanti la cosiddetta Terra dei Fuochi (inquinamento, falde acquifere, salubrità dei prodotti agricoli, tutela e vigilanza del territorio).

L’input è il territorio di Licola, Varcaturo e Lago Patria, nelle sue criticità, da evidenziare in vista di ipotesi risolutive e mai di sterile denuncia da scoop, e nelle sue potenzialità da valorizzare.

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.