Log in
21-Aug-2017 Aggiornato alle 9:20 +0200

Da deposito di mobili a centro culturale per la comunità: La storia del Teatro "Il Principe"

“Il teatro è frutto della passione e bisogna farlo con amore, a prescindere da tutto quello che accade intorno”. È questa una delle massime di Michele Principe, ebanista trentunenne che, sfruttando le sue capacità di lavorare il legno, ha creato da un vecchio deposito di mobili, una struttura a disposizione della comunità. Si tratta del teatro “Il Principe”, sito a Varcaturo, in una delle periferie più desolate del territorio giuglianese, dove, come riferisce Ciro Cirillo, presidente dell’associazione Paradiso, c’è un urgente bisogno di nuovi punti culturali soprattutto per i più giovani.

“La mia passione per il teatro – ha specificato a noi alunni della scuola media Don Salvatore Vitale di Lago Patria Michele Principe – risale a circa quindici anni fa, e l’idea di costruire questa struttura è nata veramente per caso quando io e il mio gruppo eravamo alla ricerca di uno spazio da dedicare allo svolgimento delle prove. Fu proprio allora che decisi di trasformare questo luogo in un teatro a tutti gli effetti, costruendo personalmente ogni cosa, dalle pedane al palco”.

Oggi il teatro mette a disposizione della comunità un’ottantina di posti a sedere e un cartellone di spettacoli di qualità, organizzati da compagnie di attori esperti e non alle prime armi: un’offerta culturale rivolta a tutte le età, perché il teatro e l’arte in generale, non conoscono limiti di tempo. Anzi, come ha sottolineato Michele, spesso sono proprio i più giovani a rispondere meglio, mentre il pubblico adulto si dimostra più pigro e, soprattutto più condizionato dalle problematiche della vita.

Il teatro “Il Principe” vive anche grazie alla solidarietà di giovani imprenditori locali che hanno deciso di finanziare la cultura senza ricevere nulla in cambio. Ma l’anima di questa struttura è proprio colui che l’ha voluta a tutti i costi, ovvero Michele, che ha investito tutto se stesso in un’attività che lo vede contemporaneamente attore e direttore artistico. “Ho cominciato prima recitando – conclude Michele – e oggi, posso dire, che mi dedico di più alla direzione artistica. Uno dei momenti più importanti nella preparazione di uno spettacolo è sicuramente quello delle prove, quando si montano i personaggi.

Ma spesso noto che gli attori affrontano con pigrizia questo momento, perché gli manca l’adrenalina del pubblico”. E dopo un pomeriggio trascorso insieme, si spengono le luci sul palcoscenico del teatro “Il Principe”: un’occasione per conoscere una struttura del nostro territorio, e soprattutto, un modo per capire che qualsiasi favola o sogno, possono diventare realtà.

Lavoro di gruppo classe 3 sez. H
Foto: Noemi Sicilia 3 sez. M
SMS "Don Salvatore Vitale"

Giovani Reporter "Don Vitale"

Il progetto si pone come continuazione di un percorso di Giornalismo ambientale che ha visto gli alunni partecipi nello studio e raccolta di documentazione affidabile per restituire valore scientifico alle notizie riguardanti la cosiddetta Terra dei Fuochi (inquinamento, falde acquifere, salubrità dei prodotti agricoli, tutela e vigilanza del territorio).

L’input è il territorio di Licola, Varcaturo e Lago Patria, nelle sue criticità, da evidenziare in vista di ipotesi risolutive e mai di sterile denuncia da scoop, e nelle sue potenzialità da valorizzare.

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.