Log in
28-Apr-2017 Aggiornato alle 10:06 +0200

Baia, la “città” degli imperatori. Un patrimonio “sommerso”

  • Scritto da Dott. Daniele De Simone Archeologo
  • Pubblicato in Cultura
  • 0 commenti

Si è da poco svolta, nella splendida cornice del Castello Aragonese di Baia, sede del Museo Archeologico Nazionale dei Campi Flegrei, alla presenza del Presidente della Regione Campania De Luca, la presentazione del documentario “Baia la Pompei sommersa”, un documentario è scritto e diretto da Stuart Elliott, ideato da Raffaele Brunetti e Marcello Adamo e prodotto Lion Television (All3MediaCompany) B&B Film, Thirteen Production in associazione con Channel 4, ZDF/Arte e Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo – Parco Archeologico dei Campi Flegrei e Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per l’Area Metropolitana di Napoli e della Fil Commission della Regione Campania.

Con questo documentario il neonato Parco Archeologico dei Campi Flegrei e la Regione Campania con History Channel celebrano la di uno dei più affascinanti tesori dell’Antica Roma: Baia che dal primo secolo a.C. è stato il luogo più esclusivo dell'Impero romano, un sorta di “super-resort” esclusivo per imperatori e aristocratici che, lontano dalla vita frenetica della Capitale, si concedevano al riposo e ai piaceri più nascosti.

In questa che non è una vera e propria città, ma un agglomerato residenziale, poco distante dalla vicina Misenum, di fronte a Puteoli, primo grande porto di Roma, sorgevano ville dagli affreschi sontuosi, fastosi complessi termali e rigogliosi giardini.

Una ricchezza nata dalle viscere della terra: la fortuna di Baia è infatti dovuta alla presenza delle sorgenti idrotermali che caratterizzano nel complesso tutti i Campi Flegrei e che qui trova la sua massima capacità di sfruttamento. Grazie alla computer grafica viene ricostruita la Baia di duemila anni fa: vengono ricreate le ville, le strade, il porto, i complessi termali e gli ambienti dedicati ai piaceri degli antichi romani.

Un viaggio nel tempo in un luogo straordinariamente suggestivo, controverso, sede di congiure e atroci delitti, nei fondali di questa sorta di piccola Atlantide romana. Il documentario verrà trasmesso su History Channel il 21 aprile alle 21:00, e fa parte di un ciclo di documentari messi in onda in occasione del Natale di Roma, che, secondo la tradizione fu fondata proprio il 21 aprile del 753 a.C.. Sempre venerdì, alle 22.00, sarà la volta di I segreti del Colosseo: dedicato alla meraviglia architettonica dell’Anfiteatro Flavio.

Il giorno dopo, sabato 22 aprile sempre alle 21.15 History si occuperà di uno degli imperatori romani più discussi di sempre. Nerone: tiranno riabilitato? sfaterà alcuni luoghi comuni che ruotano intorno al figlio di Agrippina, Nerone Claudio Cesare Augusto Germanico.

Non Mancate!