Log in
19-Aug-2017 Aggiornato alle 11:55 +0200

Investire al meglio: 5 regole per non sbagliare

Investire al meglio: 5 regole per non sbagliare Foto: Pixabay

Investire i propri risparmi: ecco le 5 regole per non commettere errori

Investire i propri risparmi non è semplice, soprattutto per chi non ha esperienza nel settore finanziario. Il rischio dimettere a repentaglio il denaro frutto di anni di sacrifici e duro lavoro è sempre dietro l'angolo, perciò muoversi nel migliore dei modi è indispensabile. Naturalmente sono gli obbiettivi che ci poniamo a rappresentare il cardine intorno al quale deve ruotare il nostro investimento, oltre al margine di rischio che siamo disposti a correre.

Sottoscrivere un portafoglio, investire in commodities, aprire un attività, o puntare alla creazione di una rendita personale: le mete da raggiungere sono, spesso, molto comuni per i piccoli investitori. Ed è proprio a questa particolare categoria di operatori che dedichiamo questa breve guida su come risparmiare senza commettere errori.

I ''segreti'' per l'investimento perfetto
Uno dei primi passi da realizzare, per investire al meglio, è superare la credenza, che per alcuni assume la forma di una vera e propria barriera mentale, che gli investimenti rappresentino un atto particolarmente complesso, dietro al quale si nasconde un sistema fatto di logiche a noi incomprensibili.

Comprendere i meccanismi del mercato è possibile a tutti con un minimo di studio; basta superare la concezione che l'investimento si riduca a tenere una somma di denaro in un conto aspettando gli interessi. Tenerli fermi impedisce qualsiasi ricompensa, perciò è utile considerare l'investimento come una forma di posticipo di una quota del consumo odierno, al fine di raggiungere una maggiore capacità di spesa nel prossimo futuro.

Avere le idee chiare
Prefiggersi degli obbiettivi concreti e cercare di ottenerli a tutti i costi rappresenta uno dei valori fondamentali per l'investimento perfetto. E' risaputo, infatti, che la maggior parte degli investimenti fallisca proprio quando non viene fissato un obbiettivo concreto.

Calcolare il tempo necessario
Ogni investimento ha un alleato davvero prezioso: il tempo. Maggiore sarà l'anticipo per iniziare a risparmiare più basse saranno le somme da investire. Il funzionamento sul quale si basa la teoria è molto semplice: i rendimenti prodotti dall'investimento producono una crescita costante del capitale portando a nuovi rendimenti nel futuro.

Valutare la propensione al rischio e l'orizzonte temporale
Quanto siamo disposti a rischiare? Ed in quanto tempo? Tempo e livello di rischio rappresentano i valori fondamentali per stabilire la tipologia di investimento che si intende realizzare. I fondi azioniari, ad esempio, rappresentano un prodotto adatto ad un investitore giovane e pronto ad affrontare un livello di rischio medio alto.

Nonostante la volatilità sul lungo periodo, l'investimento mostra dei rendimenti maggiori rispetto ad altri prodotti. I fondi monetari, invece, possono rappresentare la soluzione adatta ad un investitore meno propenso al rischio e con scadenze più ravvicinate.

L'emotività e la costanza
Gestire le emozioni è indispensabile per investire al meglio. Mantenere la calma quando le cose vanno male, ma anche nei periodo favorevoli, è essenziale. Anche l'impazienza rappresenta un errore molto comune. E' dimostrato che impegnarsi in continue vendite o acquisti diminuisce in maniera considerevole il margine di guadagno.

L'ultimo ed essenziale aspetto da tenere presente è la diversificazione. Mettere tutte le uova nello stesso paniere aumenta a dismisura il rischio di perdere tutto.

I fondi comuni sono gli strumenti che permettono all'investitore di puntare anche piccole somme e sfruttare al meglio la diversificazione del portafoglio.