Log in
19-Aug-2017 Aggiornato alle 11:55 +0200

Villaricca, nessun nulla osta al taglio dei pini dalla Sopraintendenza

Villaricca, nessun nulla osta al taglio dei pini dalla Sopraintendenza Foto: archivio

I pini di Villaricca andavano abbattuti previo nulla osta della Sopraintendenza, ma nessuna richiesta di parere è giunta dal Comune

VILLARICCA - Sviluppi sulla vicenda del taglio dei pini a Villaricca. Lo avevano promesso i Consiglieri del Movimento 5 Stelle di Villaricca Nave ed in particolare Albano, che la vicenda sarebbe stata approfondita e così è stato.

A scrivere alla Sopraintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’Area Metropolitana di Napoli è stato l’on. Salvatore Micillo che ha ricevuto la seguente risposta: “[…] Gli alberi vanno tutelati e quindi potati e solo in caso di esemplari non più recuperabili, secondo il parere di un agronomo abilitato ad esprimere un parere, questa Amministrazione può concedere il nulla osta all’abbattimento che però va seguito ad un reimpianto di alberi della stessa essenza ancorché più giovani, previa la rimozione del ceppo di radice interrato. Nessuna richiesta di parere paesaggistico è giunta a questa Amministrazione da parte del Comune di Villaricca [...]”.

«La relazione della soprintendenza da senso alla denuncia fatta dal Movimento 5 Stelle e dimostra con quanta superficialità vengono affrontate le questioni ambientali e paesaggistiche nei nostri territori, ormai il dato è tratto e resta la magra consolazione di aver chiesto con una mozione il rempianto di nuovi alberi». Questa la dichiarazione congiunta dei Consiglieri pentastellati Albano e Nave.

In che modo e con quale nulla osta sono stati abbattuti gli alberi visto che nessuna richiesta di parere è stata inviata alla Sopraintendenza?

Per approfondire lasciamo in allegato la risposta fornita all’on. Micillo dalla Sopraintendenza.

Risposta all'On. Micillo da parte della Sopraintendenza

 

Vincenzo Perfetto

Direttore Editoriale

Sito web: www.puntomagazine.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.