Log in
25-Sep-2017 Aggiornato alle 17:12 +0200

Mugnano, Romito resterà al Comune fino all'assegnazione dell'alloggio

Mugnano, Romito resterà al Comune fino all'assegnazione dell'alloggio Foto: archivio

Romito: "Abbiamo lasciato la sede del Movimento 5 Stelle di Mugnano. Il procedimento per l’assegnazione dell'alloggio dovrebbe essere ormai sanato [...] ma la procedura non va avanti".

Mugnano. Nuovo colpo di scena sul caso Romito, Alfredo e la sua famiglia, infatti hanno lasciato la sede del Movimento 5 Stelle e sono pronti a restare al Comune fino a quanto non verrà risolta la questione relativa all'alloggio a loro assegnato. Partita quindi questa mattina una protesta tutta personale che mira a far valere i suoi diritti e quelli della sua famiglia.

Abbiamo raggiunto telefonicamente il Sig. Romito che ha dichiarato: «Abbiamo lasciato la sede del Movimento 5 Stelle di Mugnano. Il procedimento per l’assegnazione dell'alloggio dovrebbe essere ormai sanato però sembra manchi sempre qualcosa o perché forse non lo si sa fare, ma la procedura non va avanti. Mi fu chiesto un documento da parte dell’avvocato dicendo si poteva procedere con l’assegnazione, ieri abbiamo protocollato il documento ma sembra che sia tutto fermo. Nel attesa che mi venga assegnato l’alloggio non so dove andare. Sto qual al comune ho le due ragazze con me e figlio non l’ho portato perché già soffre di problemi di salute e non volevo procurargli un altro trauma».

La questione sembra andare per le lunghe dato che in settembre si discuterà in sede civile l’ordinanza di sgombro firmata dal Sindaco dopo che il Tar ha rigettato il ricorso della Signora che attualmente vive nell’alloggio destinato a Romito, inviandolo nelle sedi di giustizia civile.

Risulta, tuttavia al “Punto!” Il WebMagazine, che da parte del Sindaco di Mugnano Sarnataro sia venuta una soluzione alternativa e a comunicarlo è stato lo stesso primo cittadino al nostro Emanuele Amoruro che ha sentito i protagonisti politici della vicenda e presto la leggeremo in un articolo in programma per questa sera.

La soluzione proposta era la momentanea sistemazione delle figlie di Romito in una casa famiglia, ma quest’ultimo ha rifiutato per il timore di perdere la potestà genitoriale, anche se poteva essere una eventualità molto remota come, invece, ha spiegato il Consigliere Zucconelli

Siamo certi che la vicenda non si concluda oggi anche se l’azione messa in campo da Romito adesso è molto più visibile.

Vincenzo Perfetto

Direttore Editoriale

Sito web: www.puntomagazine.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.