Log in
19-Aug-2017 Aggiornato alle 11:55 +0200

Melito, Ballottaggio. "La città al femminile": le donne incontrano il candidato sindaco Pietro D'Angelo

  • Scritto da Nota stampa, Pietro D'Angelo
  • Pubblicato in Politica
  • 0 commenti
Melito, Ballottaggio. "La città al femminile": le donne incontrano il candidato sindaco Pietro D'Angelo Foto: archivio

Incontro questa sera alle 19:00 presso il Comitato elettorale al corso Europa 340, Pietro D'Angelo incontrerà la Melito "Rosa". Parteciperà l'on. Michela Rostan (MDP)

Un laboratorio politico nella sua declinazione al femminile. La Melito "rosa" si dà appuntamento questa sera alle 19 preso il comitato elettorale al civico 340 di Corso Europa per un incontro con il candidato sindaco Pietro D'Angelo. Parteciperà l'on. Michela Rostan (MDP).

Un rendez-vous programmatico ma anche un appello alla partecipazione attiva sullo scacchiere sociopolitico melitese rivolto a tutte le donne della città: questi i motivi ispiratori di un incontro dedicato alle donne promosso e organizzato proprio dalle donne. Sotto la lente ci saranno le azioni e le progettualità che contrassegneranno l'agenda amministrativa nell'ambito delle Pari opportunità e delle Politiche sociali.

Pietro D'Angelo: "È doveroso sottolineare il grandissimo attivismo e lo straordinario impegno che le donne hanno dimostrato e stanno dimostrando in questo nostro progetto politico. Il nostro programma su questo versante è chiaro: istituiremo uno sportello antiviolenza per garantire sostegno e supporto giuridico e psicologico alle donne vittime di abusi ed un info-point per favorire l'imprenditoria femminile, per aiutare le nostre concittadine nell'inserimento del mercato del lavoro attraverso la consulenza che spazierà dalle materie fiscali, previdenziali ed assistenziali alla redazione del curriculum vitae. Promuoveremo il Consiglio delle Donne, una consulta che sarà una proiezione della società civile femminile di Melito a cui prenderanno parte infatti non solo le elette in Consiglio comunale ma anche rappresentanti delle famiglie, studentesse, professioniste, mamme, pensionate per elaborare progetti, avanzare proposte e fungere da cassa di risonanza verso gli altri enti sovraordinati".