Log in
19-Aug-2017 Aggiornato alle 11:55 +0200

Consiglio comunale "Ambiente" Giugliano: ostruzionismo attentato alla democrazia

  • Scritto da Nota stampa, Centro Destra Giugliano
  • Pubblicato in Politica
  • 0 commenti
Consiglio comunale "Ambiente" Giugliano: ostruzionismo attentato alla democrazia Foto: archivio

 

Bocciate nove proposte suggerite dalle forze di minoranza a Giugliano, concrete e di buon senso, con l'unico intento di offrire un contributo alla città.

Molti si sono chiesti se la maggioranza sia riuscita a riposare ieri notte, dopo aver bocciato 9 proposte suggerite dalla minoranza, concrete e di buon senso, con l’unico intento di offrire un contributo alla città. L’ostruzionismo che ripetutamente viene fatto in consiglio è un puntuale attentato alla democrazia ed un accanimento nella mortificazione della città. Questa città ha bisogno di uomini e donne coraggiosi, soprattutto quando si affrontano questioni come l’ambiente, tema che dovrebbe vederci uniti sotto un’unica bandiera, quella di Giugliano.

Il presidente del consiglio nella totale, manifesta, recidiva incapacità di gestire i lavori del consiglio, con l’ausilio della segretaria generale che interpreta regolamenti fin troppo chiari a favore di una sola parte dell’aula, hanno consentito uno spettacolo indegno e indecoroso che ha dato vita alle migliori esibizioni di dilettanti allo sbaraglio.

Consiglieri di maggioranza che votano contrari alla richiesta, consentita da una circolare ministeriale, di attrarre sul territorio un distaccamento di vigili del fuoco volontari. Contrari alla ridefinizione del Tavolo per la Sicurezza, le cui definizioni precedenti si sono mostrate fallimentari. Bocciano l’impiego di 100 ispettori ambientali già formati per un importo di quasi 100mila euro che potrebbero restituire ai cittadini in termini di servizio di salvaguardia ambientale. Rinunciano all’idea di ricorrere ai diritti umani e corte europea per le gravi inadempienze che a più livelli istituzionali, negli anni, si sono consumate a fronte di bonifiche annunciate e mai avviate, a fronte di limitazione e lesioni dei diritti dei nostri concittadini, su tutti ambiente e salute. Dimostrando la totale insicurezza, inadeguatezza e disaffezione alla città che rappresentano.

Nella totale incapacità di autodeterminarsi, l’ultimo atto dello spettacolo indegno si è consumato quando a consiglio avviato, la maggioranza ha consegnato una proposta nelle mani del presidente contenente un atto di indirizzo da trasferire alla regione per comunicare la ferma opposizione ad ospitare altri impianti di trattamento rifiuti a Giugliano, lo stesso identico documento protocollato mesi fa dall’intera minoranza, nel rispetto dei tempi regolamentari, insieme alla richiesta di convocazione del consiglio sull’ambiente puntualmente disertato. Il presidente, ha messo comunque ai voti la “copia copiarella” contravvenendo non solo ai regolamenti ma alle più elementari regole di buon senso. I colleghi avrebbero avuto mesi per dialogare, integrare, modificare e discutere un documento che giaceva in segreteria.

La dignità ha lasciato definitivamente l’aula quando un attimo prima votano contrari alla stessa proposta che hanno copiato per approvare un atto contenente le firme della maggioranza, di eguale contenuto.

Del resto, in fatto di ambiente, non è la prima volta che il sindaco e la sua maggioranza diano i numeri… sbagliati!

CambiaMenti, Fratelli d’Italia, Forza Italia, Guarino Sindaco