Log in
22-Sep-2017 Aggiornato alle 17:56 +0200

Martedì l'inaugurazione del nuovo anno scolastico nel Segrè di Mugnano

Il sindaco di Mugnano Sarnataro: "Il nostro liceo diventerà punto di riferimento culturale e sociale per tutta l'area nord"

MUGNANO – Tutto pronto per l’inaugurazione del nuovo anno scolastico del liceo scientifico di Mugnano e MaranoEmilio Segrè”. La cerimonia si terrà martedì mattina nel nuovo istituto di via Crispi, inaugurato dall’Amministrazione Sarnataro lo scorso Marzo.

Per la prima volta centinaia di studenti di Mugnano e non solo potranno così festeggiare l’inizio dell’anno scolastico nella nuova struttura, la più all'avanguardia dell’intero comprensorio.

Con la sede di Marano siamo un unico liceo – spiega la dirigente scolastica Maria Rosaria Cetroni - ma sento il nuovo istituto di via Crispi come una mia creatura, per le varie difficoltà che abbiamo incontrato nella sua realizzazione. Sarà l’occasione, oltre per augurare agli studenti un proficuo anno scolastico, per dare al territorio un segnale di coesione tra gli amministratori locali, le forze dell’ordine e la scuola e per trovare un punto di unione per attivare un progetto contro il cyber bullismo, cancro della società”.

Alla cerimonia saranno presenti il comandante della Tenenza di Marano, Francesco Tessitore, il comandante della stazione di Mugnano, De Siano, e il sindaco di Mugnano Luigi Sarnataro: “E’ un emozione inaugurare il primo anno scolastico del nuovo liceo di via Crispi, un liceo per cui come Amministrazione abbiamo lottato tanto prima per ottenerne la realizzazione e poi per aprirlo nel minor tempo possibile. Con la dirigente scolastica si è creata un’ottima sinergia che, sono certo, ci consentirà di rendere il nuovo istituto un punto di riferimento culturale e sociale non solo per Mugnano, ma per tutta l’area a nord di Napoli”.

 

Mugnano di Napoli, lite tra ex finisce male: ragazza in gravi condizioni

La ragazza ricoverata in gravi condizioni. Il suo ex arrestato dai carabinieri

Mugnano di Napoli. Una lite tra fidanzati finisce male. una 24enne di melito è ricoverata in ospedale con lesioni gravissime perché dopo un litigio per cause verosimilmente legate alla decisione del suo ex coetaneo di interrompere il rapporto, si è aggrappata allo sportello dell’auto guidata dall’uomo ed è stata trascinata lungo un tratto di via pavese per poi rovinare al suolo priva di sensi.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di mugnano che hanno tratto in arresto per lesioni personali gravissime il 24enne del posto, incensurato. La giovane è stata trasportata dallo stesso ex all’ospedale “san giuliano”, venendo ricoverata in prognosi riservata. Versa in pericolo di vita per numerose fratture in varie parti del corpo. Nel frattempo il veicolo è stata sequestrato. L’arrestato è stato sottoposto ai domiciliari in attesa di determinazioni dell’ag.

Isola ecologica Qualiano: Cassoni pieni già da mesi, cittadini riportano gli ingombranti a casa

La denuncia sullo stato dell'Isola Ecologica di Qualiano da parte dei consiglieri di opposizione

Ormai i flop e le false inaugurazioni del nostro sindaco pro-tempore sono all’ordine del giorno. Dopo le macchinette per il recupero delle bottiglie di plastica, svanite dopo pochi giorni e il distributore di buste di plastica scomparso nel nulla (la ditta avanza ancora un pagamento di oltre 44.000 euro), ecco l’ennesima “brutta figura" che riguarda l’isola ecologica.

Sono centinaia i cittadini che già da tempo si recano sulla preziosa struttura appena inaugurata con le macchine o i mezzi noleggiati per scaricare decine di ingombranti ma con loro somma sorpresa vengono rimandati indietro perchè i cassoni sono stracolmi.

Il motivo? Semplice, la gara per la raccolta degli ingombranti è stata espletata solo in questi giorni e le aziende che hanno effettuato il servizio di raccolta ingombranti e raee non sono state pagate.

Da consiglieri di opposizione per adesso possiamo solo consigliare ai cittadini di Qualiano di tenere a casa computer, televisori, frigoriferi congelatori, lavastoviglie e lavatrici, mobili sedie, lavandini in inox, ecc. in modo da risparmiare quanto meno i costi per il trasporto.

Per il futuro vigileremo che le gare siano stata effettuate in tempi utili per non bloccare questo indispensabile servizio. Vogliamo solo ricordare, a chi non lo sapesse, che il finanziamento di oltre due milioni di euro dell’isola ecologica di Qualiano, non appartiene a questa amministrazione anzi è stato fortemente osteggiato dal sindaco De Luca che a suo tempo voleva realizzare allo stesso posto addirittura un orto sociale!

Nuova protesta delle madri nubili al Comune di Qualiano

Non arriva il pagamento dell'assegno previsto per luglio e le madri nubili sono preoccupate che le somme loro spettanti si perdano nella burocrazia.

QUALIANO - Nuova protesta delle madri nubili di Qualiano. Le motivazioni sempre le stesse: il mancato pagamento della quota di luglio che spetta loro quale sostegno per i loro figli.

Un drappello di donne, infatti, molto agguerrite e stanche dell’andazzo che periodicamente si verifica, hanno inscenato una protesta presso la Casa comunale e si sono scagliate verbalmente contro il Sindaco De Luca che, stando a quanto ci hanno raccontato le signore, non avrebbe voluto riceverle.

Non si tratta di un problema isolato ma di una fattispecie che si verifica con regolarità. Al mancato pagamento della quota, che può anche avvenire con ritardo, in genere le madri nubili attendono prima di chiedere spiegazioni, ben consapevoli che l’Ambito N16 che vede come comune capofila Melito di Napoli manda il trasferimento di denaro al Comune.

Questa volta le signore, vedendo che il trasferimento previsto per luglio non arrivava, hanno chiesto spiegazioni e sono state invitate a rivolgersi a Melito, dove hanno ottenuto un diniego dall’Ente un diniego. Secondo il loro racconto, l’Ambito N16 non non riceverebbe le necessarie spettanze dal Comune di Qualiano e questo sarebbe la causa fondamentale dei mancati trasferimenti.

Se questo fosse vero basterebbe che il Comune di Qualiano pagasse l’Ambito N16 per regolarizzare la questione anche in altri aspetti sociali.

Le signore, tuttavia, hanno paura che i fondi a loro destinati possano perdersi nei meandri della burocrazia e sono preoccupate di non poter provvedere all’imminente inizio dell’anno scolastico per i loro figli.

Chiedono al Sindaco, anche se in tono certamente acceso, di essere ascoltate e di attivarsi affinché le loro rimostranze possano essere accolte e ricevere l’assegno che, ricordiamo, aspettano da luglio.

Nel frattempo sotto alla Casa Comunale le madri nubili non intendono andare via e la tensione sembra essersi alzata data la presenza sul posto di una pattuglia dei Carabinieri di Giugliano, presumibilmente chiamati dagli uffici della Casa comunale, intervenuti per cercare di sedare gli animi e di addivenire ad una soluzione civile.

Nel caso il Sindaco o l’Assessore alle Politiche sociale volessero, intervenire sulla questione saremo pronti a raccogliere le loro dichiarazioni in merito.

 

Giugliano in Campania, arrestato 26enne trovato in possesso di due pistole e droga

Blitz della Polizia di Stato

Giugliano, Napoli. Due pistole, perfettamente funzionanti, hashish, marijuana ed un bilancino di precisione, è il bilancio di un’operazione che, stamane, la Polizia di Stato, ha condotto nel Comune di Giugliano in Campania e che ha portato all’arresto di un 26enne F.S.

Gli agenti del Commissariato di P.S. “Giugliano-Villaricca”, nell’ambito dei servizi di prevenzione e controllo del territorio, volti al contrasto della criminalità, hanno fermato in strada il giovane, trovato in possesso di una modica quantità di stupefacente, decidendo così di estendere il controllo anche presso la sua abitazione.

I poliziotti, infatti, hanno effettuato una perquisizione nell’abitazione del 26enne, rinvenendo e sequestrando una pistola di marca Beretta, calibro 7, 65, completa di caricatore con 5 cartucce al suo interno  risultata, da successivi accertamenti, rubata lo scorso anno in Ercolano ed una pistola semiautomatica, di marca Baikal, di fabbricazione russa, predisposta per alloggiare un silenziatore del tipo calibro 38,  priva di matricola.
Nel corso della perquisizione, gli agenti hanno rivenuto e sequestrato anche 31 cartucce del tipo GFL, un coltello a serramanico, 3 panetti di hashish, utile al confezionamento di circa 300 dosi e ben 140 dosi di marijuana già termo sigillate, oltre a materiale utile al confezionamento della sostanza stupefacente .

Il giovane, ritenuto vicino agli ambienti del gruppo scissionista Di Biase, in contrasto con il sodalizio criminale “Mallardo”, è stato arrestato dai poliziotti e condotto alla Casa Circondariale di Poggioreale, perché responsabile dei reati di detenzione e porto abusivo di arma comune da sparo, nonché di arma clandestina, alterazione di armi e munizionamento, ricettazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Alveo dei Camaldoli, rifiuti visibili nella parte che attraversa Villaricca

Si parla tanto di sicurezza e di bonifica dell'alveo dei Camaldoli, ma quanto possiamo esserne sicuri realmente?

I Regi Lagni sono alvei presenti sul territorio campano con diverse arterie, tra queste troviamo il tratto villaricchese, che fa riferimento a quello di Acerra-Giugliano, presso di esso sono presenti diversi accumuli di rifiuti sugli argini che potrebbero precipitare al suo interno ed essere trascinati dalla corrente delle acque meteoriche nei periodo delle piogge e, come accaduto nel recente passato nel tratto giuglianese, possono crearsi ostruzioni tali da far straripare l’alveo creando danni ben maggiori.

La competenza della manutenzione dell’opera borbonica è della Regione Campania, il quale con la delibera di giunta regionale n.1344 del 6 agosto del 2009, stanziò 50 milioni di euro per un piano d’azione di chiusura o risanamento ambientale e riqualificazione. Nel nostro video abbiamo ripreso diverse zone critiche dell’alveo presente nel comune di Villaricca, ciò non toglie che non si presentino simili fattispecie in altri tratti.

 

Qualiano, il Consiglio comunale vota in un modo sulla delibera ne risulta un altro

L'opposizione di Qualiano e parte della maggioranza compreso il Sindaco votano contro gli altri si astengono, sulla delibera risultano 2 contrari e 15 astenuti.

QUALIANO - In un Consiglio comunale estenuante, in un giorno di caldo soffocante d’estate è stato respinto il Documento Unico di Programmazione (DUP) di Qualiano con il voto sfavorevole persino del Sindaco. Questa espressione potrebbe portare a pensare che oltre al Primo cittadino ve ne siano stati altri sfavorevoli. È così, ve ne sono stati molti altri da qui l’ennesimo scandalo che si è consumato presso il Comune di Qualiano. La delibera di consiglio Comunale n° 45 del 28 luglio 2017 (in allegato), infatti, reca una votazione diversa da quella avvenuta durante l’Assise cittadina. Nel verbale di non approvazione, infatti, sono riportati 15 voti astenuti e 2 contrari quelli del Sindaco e di Apostoli.

Noi del “Punto!” eravamo presenti a quella seduta e possiamo affermare, senza timori di smentite, che la votazione riportata non corrisponde a quanto accaduto in Consiglio comunale. I voti contrari erano molti di più. Non ci saremmo mai aspettati un simile triste e becero epilogo.

Quello che è più scandaloso e che nessuno tra i Consiglieri comunali di maggioranza e di opposizione abbia detto nulla pur vedendo completamente esautorata la loro espressione di voto ed in estrema analisi il loro ruolo. Non ci sono giustificazione per il silenzio, non ci sono giustificazioni per un comportamento del genere che sancisce, purtroppo per la “povera” città di Qualiano, la fine ogni barlume di dialettica politica mirata al benessere della stessa città, ma sembrerebbe, tuttavia che vi sia per gli interessi di pochi. Potrebbe sembrare molto duro questo giudizio, ma in sincerità non ve ne sono altri.

Che credibilità politica potrà mai avere un Consigliere comunale che, vedendo non rispettato la sua intenzione di voto dopo averla annunciata pubblicamente, resta in silenzio senza dire nulla davanti a un fatto tanto grave, a una prevaricazione insultante e mortificante, che sembra ribadire quanto per loro conta e vale il voto di taluni consiglieri comunali.

Che spessore politico potranno mai avere Consiglieri comunale ai quali, fatta presente l’illegale fattispecie… rimangono in silenzio, quasi come se l'unico reale problema fosse quello di non mettere in difficoltà colleghi che potrebbero ritrovarsi al loro fianco.

Che spessore politico potranno mai avere Consiglieri comunali che, restando in un silenzio fin troppo pesante, mancano di rispetto ad una città intera in nome di una pseudo strategia politica mirata al galleggiamento per altri cinque anni di questa classe politica carente di progettualità e di una lungimiranza che si ferma alla punta del proprio naso.

Sono oltre trenta giorni che questa delibera è pubblicata con una votazione che non è corrispondente alla realtà e nessuno si prende la briga di dire nulla, se non la frase che va più di moda in città: “Vabè al prossimo Consiglio comunale non approviamo i verbali della seduta precedente e sistemiamo tutto al ritorno dalle ferie”, sperando che tutti se la bevano. Mica siamo a scuola che si attende l’inizio dell’anno scolastico per le attività didattiche. Questo atto nel frattempo è pubblico ed esplica effetti legali, scaricabile da chiunque volesse farlo dall’albo pretorio del comune e non sappiamo se sia stato inoltrato o acquisito a qualche Ente o sede Istituzionale e se la sua presenza possa avere conseguenze nefaste sulla città.

Appare chiaro che i qualianesi non possono fidarsi dei propri rappresentanti e questo è stato sancito dall’ultimo passaggio del Primo cittadino su Facebook quando annunciava la querela di un utente che lo avrebbe diffamato.

Vogliamo porre l'attenzione a un solo semplice fatto che mostra la doppiezza di comportamento. La querela per diffamazione è fondata in quanto denuncia che un soggetto ha affermato qualcosa non vera e diffamante su di noi: giustamente deve essere denunciata. Il Comune, invece, nella persona dei suoi amministratori, pubblica - con valore legale - qualcosa di non vero e crediamo diffamante politicamente perché afferma che i consiglieri di opposizione più alcuni altri membri della maggioranza, con l'astensione, tollerano e acquisiscono un documento e non certo come nella realtà dove dicono un forte no.

Ebbene gli amministratori così sensibili su quanto viene detto su di loro quando, invece, gli stessi dicono e riportano cose false sugli altri rispondono… se ne parla a settembre.

Ci domandiamo cosa dovrebbero fare i cittadini nei loro confronti degli amministratori dopo tutti gli errori che hanno portato dei gravi nelle loro tasche, come la faccenda dell’Aliquota della TASI, la transazione del Canile, e le varie irregolarità che si sono viste nel corso di questi quattro anni.

Ps. Consiglio al presunto - se esistente - soggetto querelato: se vuoi rilasciare una dichiarazione che corregga e precisi quanto detto dopo le tue vacanze settembrine il giornale è a tua disposizione. Tanto loro sono abituati.

Scarica qui la delibera

Il 16 settembre appuntamento a Qualiano con il Gala “LA MELA & LA LUNA”

I presentatori Michele Cocuzza e Lisa Torrisi guideranno i partecipanti in un viaggio, che avrà per protagonista il compianto Paolo Villaggio

QUALIANO - Fervono i preparativi finali del Gala “La mela & la luna” slittato al 16 Settembre, per motivi organizzativi imposti dal periodo vacanziero. Gli organizzatori stanno mettendo l’anima nell’allestire la manifestazione, che si annuncia come qualcosa di unico davvero anche per la presenza di tanti “pezzi da 90” del panorama artistico italiano e straniero. L'evento in programma per il prossimo 16 Settembre in Villa comunale, sarà un gran gala di arte, cultura e moda con l'istituzione di un premio che sarà riconosciuto a titolo di encomio, a varie personalità dei più svariati campi. Presentatori della serata saranno Michele Cocuzza e Lisa Torrisi i quali guideranno i partecipanti in un viaggio, che avrà per protagonista l’indimenticabile Paolo Villaggio.

Al momento sono già tanti i nomi del mondo dello spettacolo che saranno presenti al Gala, che si annuncia essere davvero qualcosa di esclusivo.- anticipa il manager ideatore dell’evento, Ugo Autuori- Ci saranno molti artisti che hanno collaborato con Villaggio, da Eva Grimaldi ad Andrea Roncato, da Sergio Solli a Roberta Giarrusso. Ma ci sono ancora tante altre sorprese riservate al pubblico di Qualiano”.

I partecipanti al gala “La Mela & la Luna”, che punta su spettacolo, arte, moda avranno anche la possibilità di partecipare ad un’esclusiva cena sotto le stelle con grandi chef, che andranno a volorizzare i prodotti locali.

Il nostro territorio è ricco di prodotti tipiche la valorizzazione del nostro territorio passa anche attraverso le eccellenze enogastronomiche come la mela annurca.- dice il sindaco De Luca- Sono certo che l’intera comunità sarà approfittare di questa bella vetrina offerta alla città di Qualiano, a cui è stata proposta un’opportunità importante a costo zero per l’Ente. Voglio personalmente ringraziare il consigliere Salvatore Apostoli, che, senza mai risparmiarsi, anche nel periodo di ferie è rimasto qui al Comune, per offrire il giusto supporto agli organizzatori.

Dunque, il prossimo 16 Settembre, la città di Qualiano vivrà un bel momento di comunità e spettacolo all’insegna del divertimento e del ricordo del “ragionier Fantozzi” e di tutti i personaggi a cui ha dato vita Paolo Villaggio.

Qualiano, evade dai domiciliari per minacciare una condomina

Il 23enne è stato sorpreso in stato di evazione mentre minacciava una condomina per questioni di vicinato. Il giovane è stato bloccato dai Carabinieri di Qualiano

QUALIANO - I Carabinieri della Stazione di Qualiano hanno arrestato per evasione e minacce V. P. un 23enne del luogo, già noto alle forze dell'ordine, ritenuto vicino al “clan Elia” attivo nei quartieri spagnoli di napoli.
I militari, agli ordini del Mar. Bilancio, hanno sorpreso il giovane - detenuto ai domiciliari per reati legati agli stupefacenti - nell’abitazione di una condomina mentre minacciava la donna per questioni di vicinato.

Il 23enne è stato prontamente bloccato e tratto in arresto. Sottoposto nuovamente ai domiciliari è in attesa di essere nuovamente giudicato attraverso il rito direttissimo.

Carta di Identità Elettronica: A Qualiano c’è

Il sindaco De Luca: “Sempre al passo con i tempi, siamo tra i primi Enti della provincia di Napoli ad offrire il servizio ai nostri cittadini”.

QUALIANO - Carta di Identità Elettronica: a Qualiano è possibile. Il Comune questa mattina, grazie alla presenza di tecnici specializzati, si è adeguato alle nuovissime direttive ministeriali, installando apparecchiature e software dedicati e da lunedì 4 settembre sarà possibile richiedere il nuovo documento.

Oramai da tempo la nostra cittadina è al passo con i tempi ed il Comune si è attrezzato per garantire benefici ai qualianesi. In questo caso, devo ringraziare il dipendente Pasquale Pianese sempre pronto a cogliere le novità positive per i nostri cittadini.- afferma il sindaco De Luca, che con un pizzico di orgoglio sottolinea - Anche per la CIE, siamo tra i primi Enti della provincia di Napoli ad offrire il nuovo servizio ai nostri cittadini diventando sempre più un modello di efficienza e di buona amministrazione.

Qualiano è, infatti, uno dei 28 Comuni della Campania che si è attrezzato per l’emissione della CIE, ovvero la nuova Carta di Identità Elettronica, la cui entrata in vigore a regime, come stabilito dalla direttiva del Ministero degli Interni, è prevista per tutti i Comuni italiani, entro il 2018. Un’ulteriore prova di efficienza dell’Amministrazione De Luca e degli uffici dell’Ente di Piazza del Popolo se si tiene conto che Qualiano è uno dei primi Comuni della provincia di Napoli a dotarsi del servizio.

Va ricordato che la nuova CIE avrà la stessa funzione di quella attuale, sarà quindi un documento di riconoscimento, ma anche un documento con cui sarà possibile spostarsi nella Comunità Europea e nei Paesi con cui lo Stato italiano ha sottoscritto specifici accordi. La CIE, sarà un documento sicuro, recherà le impronte digitali del titolare, unitamente ad una serie di informazioni anagrafiche e personali e sarà possibile, contestualmente alla richiesta, esprimere consenso o diniego alla donazione degli organi, anche questa funzione già attiva presso il Comune di Qualiano.

Tecnicamente, il documento non verrà più rilasciato dal Comune contestualmente alla richiesta, ma entro 6 giorni, verrà spedito all’indirizzo indicato dal richiedente direttamente dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato. Per le informazioni contenute nella nuova CIE, il nuovo documento avrà livelli di sicurezza maggiori rispetto a quello cartaceo, sarà difficile falsificarlo e garantirà la tracciabilità del possessore in tutte le sue azioni e spostamenti.

Maggiori dettagli per tutta l’iniziativa, possono essere reperiti direttamente sul sito del Ministero dell’Interno al link dedicato: http://www.cartaidentita.interno.gov.it/

Sottoscrivi questo feed RSS