Log in
23-May-2017 Aggiornato alle 17:24 +0200

Sandro Cossiga: Troppi allarmi giornalistici sul bradisismo: chiarezza sul sottosuolo di Pozzuoli

  • Scritto da Nota stampa, Sandro Cossiga
  • Pubblicato in News
  • 0 commenti
Sandro Cossiga: Troppi allarmi giornalistici sul bradisismo: chiarezza sul sottosuolo di Pozzuoli Foto: comunicato

Sandro Cossiga, chiede chiarezza sul sottosuolo di Pozzuoli troppe le notizie che generano allarmismo

Bisogna fare chiarezza sull’andamento del bradisismo e sui rischi imminenti che alcuni organi di informazione paventano per la popolazione in seguito ad una presunta recrudescenza dell’attività vulcanica”. E’ quanto dichiara l’avvocato Sandro Cossiga, candidato a Sindaco di Pozzuoli per le elezioni amministrative dell’11 giugno.

A leggere gli articoli pubblicati e diffusi in rete nell’ultima settimana – dice Cossigasi ha la sensazione di trovarsi al cospetto di una situazione estremamente grave, ai limiti dell’irreversibile. I cittadini puteolani sono molto preoccupati a causa di queste notizie, ma vengono anche disorientati, sia dalle molteplici interpretazioni che gli stessi studiosi della materia forniscono in merito ad alcuni dati scientifici, sia dai commenti sui social di alcuni addetti ai lavori, i quali, di fatto, smentiscono il tono delle dichiarazioni rilasciate agli organi di stampa che hanno rilanciato l’allarme, sostenendo di essere di fronte ad un sostanziale travisamento delle loro affermazioni”.

Di qui, l’appello di Sandro Cossiga al sindaco Vincenzo Figliolia.
Chiedo al Capo dell’Amministrazione di attivarsi immediatamente affinché si convochi ad horas una conferenza stampa con la presenza del Direttore dell’Osservatorio Vesuviano, dottoressa Francesca Bianco, allo scopo di fornire alla popolazione notizie certe e spiegate in modo comprensibile sull’eventuale evoluzione del fenomeno. Nel caso in cui, come tutti auspichiamo, la situazione reale non fosse quella descritta da alcune testate giornalistiche – conclude il candidato a Sindaco dei moderati mi auguro che il Sindaco di Pozzuoli voglia consultare i legali dell’Ente allo scopo di stabilire se, nel contenuto di quegli articoli, siano ravvisabili gli estremi per una denuncia penale per il reato di procurato allarme”.